I provider VPN estraggono i server dall’India a causa di nuove regole | Attualmente

Molte famose società VPN spostano i loro server fuori dall’India. Alla fine di giugno entreranno in vigore nuove regole nel Paese che richiedono ai provider VPN di archiviare i dati dei clienti, come nomi, indirizzi IP, indirizzi e-mail e pagamenti. I fornitori non vogliono parteciparvi.

Secondo NordVPN Prendi Crunch L’ultima azienda a ritirare servizi VPN dal mercato indiano. Una VPN (Virtual Private Network) consente agli utenti di connettersi a Internet in modo anonimo. Questo viene spesso fatto tramite un server in un altro paese.

NordVPN non conserva i dati dei clienti, ha affermato la società. “Ma crediamo anche che sia molto importante proteggere la privacy dei nostri clienti”, ha affermato un portavoce dell’azienda. “Ecco perché non possiamo più mantenere i server in India.”

Ma NordVPN non è l’unica azienda coinvolta in questo modo. Express VPN e SurfShark hanno anche acquisito server dall’India. Alcuni provider affermano che continueranno a offrire VPN agli utenti indiani, ma questo potrebbe anche essere contro le regole.

La nuova legislazione è stata annunciata il mese scorso dal ministro Rajiv Chandrasekhar, il quale ritiene che i provider VPN incompatibili dovrebbero ritirarsi dal Paese. Il ministro afferma che le nuove regole mirano a contrastare gli attacchi informatici e migliorare la sicurezza informatica in India.

READ  Nintendo: la maggior parte delle entrate derivanti dai giochi proviene ancora dalle vendite effettive - giochi - notizie

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24