I vescovi statunitensi vogliono che il presidente Biden smetta di ricevere chip receiving

È solo la seconda volta nella storia che un presidente cattolico è alla Casa Bianca. Ma per questo capo la luce della scomunica è minacciosa. La grande maggioranza dei vescovi statunitensi ha votato venerdì per indagare sulla possibilità di negare “i cattolici che sono leader culturali, politici o spirituali” se sostengono l’aborto. Il presidente Joe Biden sostiene il diritto di una donna di interrompere una gravidanza.

La decisione dei vescovi all’assemblea annuale di primavera è un primo passo verso l’esclusione di Biden da uno dei sacramenti della Chiesa cattolica. Secondo i 55 vescovi che hanno votato contro (contro 168 a favore), la mozione è diretta proprio contro il presidente. Biden dice che non è un cattolico devoto, ma è un devoto frequentatore di chiesa, e va a messa ogni domenica – e lì celebra l’Eucaristia.

Sostieni i diritti dei gay

Subito dopo la vittoria elettorale di Biden, l’Associazione episcopale americana ha formato un gruppo di lavoro per studiare il “problema” di Biden e le sue politiche sull’aborto e sui diritti LGBT, come l’ha definita il presidente della Conferenza episcopale Jose Gomez. Lo scopo del gruppo di lavoro è preparare un documento che i vescovi voteranno alla conferenza d’autunno. Due terzi devono quindi accettare di adottare il documento. Il cardinale Wilton Gregory di Washington ha già annunciato che i sacerdoti della sua diocesi a Biden non rifiuteranno l’ostia.

Lo stesso Biden non ha perso tempo sulla decisione pastorale. Venerdì i giornalisti hanno chiesto al presidente un commento. “Questa è una questione privata”, ha detto. “Non credo che accadrà”. Papa Francesco non ha commentato la decisione dei vescovi Usa. A maggio, il Vaticano ha esortato la Conferenza episcopale americana a trovare unità nel prendere una decisione così drastica.

READ  Il governo Netanyahu approva la marcia attraverso Gerusalemme Est a condizione

Il caso sembra evidenziare le tensioni in una chiesa alle prese con il calo dei membri. Diversi anni di ricerche di Gallup mostrano che la secolarizzazione ha arrecato più danni alla Chiesa cattolica negli Stati Uniti che alla Chiesa protestante. Negli ultimi due decenni, il grado di clero tra i cattolici americani è sceso dal 76 per cento al 58 per cento.

Problemi di abuso

La Chiesa cattolica negli Stati Uniti è stata colpita da gravi scandali di abusi sui minori a sua cura. In molte diocesi, le indagini hanno rivelato anni di abusi che hanno coinvolto centinaia di sacerdoti e migliaia di bambini. Le richieste di risarcimento hanno spinto alcune parrocchie sull’orlo della bancarotta. Il predecessore del cardinale Gregory si è dimesso da arcivescovo di Washington.

Massimo Fagioli ha detto che un leader della chiesa che va in chiesa, e qualcuno che cita regolarmente la Bibbia nei suoi discorsi, ha opinioni così progressiste su questioni come l’aborto, ha fatto arrabbiare i leader della chiesa americana. Washington Post. Fagioli è professore alla Villanova Catholic University in Pennsylvania e autore del libro Joe Biden e il cattolicesimo negli Stati Uniti. “E’ notevole che i vescovi stiano cercando un modo per punirlo da sette mesi”, ha detto Fagioli. E Joe Biden li ha completamente ignorati.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24