Il ciclone infuria in tutta l’Asia: più di 100 morti nell’India duramente colpita, la Cina si sta preparando di nuovo | all’estero

videoForti tempeste nello stato occidentale del Maharashtra, in India, hanno ucciso almeno 112 persone. Ne mancano ancora decine. Negli ultimi giorni, durante il monsone, la stagione annuale delle piogge, è caduta una quantità record di pioggia, causando numerose inondazioni e smottamenti. La Cina, che è stata duramente colpita dalle tempeste la scorsa settimana, potrebbe bagnarsi di nuovo il petto: il tifone In-Fa sta arrivando (di nuovo) e colpisce anche Giappone e Taiwan.


editori stranieri


Ultimo aggiornamento:
21:05




In India il bilancio delle vittime è salito ad almeno 112, decine sono ancora i dispersi e centinaia di luoghi sono chiusi al mondo esterno. Non hanno più elettricità e acqua potabile. I media regionali hanno riferito che questa è stata la più grande pioggia nel Maharashtra negli ultimi 40 anni. “Piove oltre i limiti conosciuti”, ha detto Udhav Thackeray, primo ministro dello stato. “Questa è una crisi senza precedenti”. Secondo le previsioni del tempo, le piogge continueranno nella regione nei prossimi giorni.

Inondazioni di dighe e fiumi. Dobbiamo anche permettere all’acqua di scorrere attraverso le dighe. Le persone che vivono sul fiume vengono evacuate in luoghi più alti.

Il testo continua sotto l’immagine.

I soccorritori evacuano una donna anziana a Satara, nello stato indiano occidentale del Maharashtra. © AP

Decine di morti e dispersi

Almeno 47 persone sono state uccise in frane nel distretto di Raigad. A causa della forte pioggia, il terreno si è trasformato in fango in molti punti e ha iniziato a spostarsi. La città di Taliye, a circa 180 chilometri a sud-est di Mumbai, ha dovuto fare i conti con una tale colata di fango. Più di 50 persone sono state uccise in altre nove frane in altre parti del Maharashtra. Circa 15 persone sono morte in incidenti causati dalle piogge torrenziali. È noto che decine di persone sono ancora intrappolate nelle loro case e altre decine risultano disperse. Quindi il bilancio delle vittime potrebbe aumentare drammaticamente.

L’aviazione e la marina hanno salvato centinaia di persone negli ultimi giorni. La tempesta ha distrutto gran parte delle infrastrutture. Strade, ponti ed edifici sono scomparsi. Questo, unito all’abbondanza di acqua, rende difficili le operazioni di soccorso.

Le forti piogge durante i monsoni hanno anche causato i vicini stati di Karnataka e Telangana ad affrontare fiumi in piena. Secondo il governo indiano, le autorità locali stanno monitorando il polso.

Il testo continua sotto l’immagine.

Kolhapur, nello stato indiano del Maharashtra.

Kolhapur, nello stato indiano del Maharashtra. © AP

Cina

Anche altre parti dell’Asia hanno dovuto affrontare condizioni meteorologiche avverse negli ultimi giorni. Almeno 51 persone sono state uccise nella provincia cinese di Henan. Le forti piogge, causate in parte dal tifone In-Fa, si stanno ora dirigendo a nord. La cattiva notizia: il ciclone si sta dirigendo di nuovo verso il paese e dovrebbe colpire la costa orientale del paese domenica o lunedì.

Negli ultimi tre giorni, alcune località dell’Henan hanno ricevuto la stessa quantità di pioggia che normalmente cade in un anno. Molte strade sono state distrutte e gran parte della contea colpita è stata sommersa da uno strato di fango. A Zhengzhou, la capitale provinciale, le autostrade e la metropolitana sono straripate tre giorni fa. Almeno dodici persone sono state uccise Più di 500 passeggeri sono stati salvati. Nella città di 12 milioni di persone, sono state evacuate più di 400.000 persone. Molte persone sono state portate in salvo da imbarcazioni private o elicotteri. Le immagini video mostrano che in alcuni luoghi le cime degli alberi sono solo sopra l’acqua. La televisione di stato cinese ha dichiarato che i danni ammontano a circa 9 miliardi di euro.

Il testo continua sotto l’immagine.

Soccorritori a Zhengzhou, la capitale della provincia cinese.

Soccorritori a Zhengzhou, la capitale della provincia cinese. © AFP

Tifone a Fa

Il tifone In-Fa si sta avvicinando alla costa orientale della Cina. Lì, i pendii della tempesta hanno già causato molta pioggia, così come su Taiwan, le Filippine e le isole meridionali del Giappone. Ha anche portato a inondazioni e frane nelle Filippine.

Il Centro meteorologico cinese prevede che la tempesta continuerà nella regione orientale e causerà forti piogge per un lungo periodo di tempo alla fine della prossima settimana. Durante l’alta marea, per la costa orientale della Cina è in vigore l’allerta per inondazioni. Ai pescherecci viene chiesto di rimanere nei loro porti e le persone che vivono in zone basse vengono evacuate.

Agenzia di stampa Francia

© AFP

Het Raigad distretto del Maharashtra.

Het Raigad distretto del Maharashtra. © Agenzia per la protezione dell’ambiente


READ  Gli afgani nella valle del Panjshir continuano a opporsi ai talebani: entrambe le parti rivendicano il successo | All'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24