Il coltivatore di limoni siciliano fa un passo verso la biodinamica

Chiara Lo Bianco di Bio Sikelia ha detto addio alla sua carriera scientifica e ha iniziato a coltivare arance e limoni in Sicilia. “Quando mio padre è morto, ho capito subito che volevo continuare il suo lavoro”. Nel frattempo, con il supporto di Udea, sono andato oltre il biologico. L’azienda è pronta per il marchio di qualità Demeter ed è quindi coltivata interamente in regime biodinamico.

Chiara Lo Bianco in Il boschetto.

L’aranceto di Siracusa, in Sicilia, appartiene alla famiglia da generazioni. Il padre di Chiara, Giuseppe Lo Bianco, ha avuto una brillante carriera come ingegnere civile a Roma, aiutando regolarmente con gli affari dei suoi genitori. Sua figlia Chiara racconta: “L’azienda agricola di famiglia in Sicilia è sempre stata la nostra casa, per mio padre e per noi come famiglia. La troviamo qui ogni giorno libero. A 72 anni, mio ​​padre ha deciso di cambiare radicalmente la sua vita Smise di lavorare e si trasferì sull’isola per coltivare arance e limoni.Disse: “Voglio vedere le prime farfalle svolazzare al mattino presto, e le prime lucciole la sera dopo il tramonto”.

Il primo passo
Il ribelle Giuseppe provoca una rivoluzione sull’isola quando diventa completamente organico. «È stato il primo a fare questo passo», dice Chiara. “Negli anni ’70 i fitofarmaci sono stati introdotti in agricoltura, anche in Sicilia. Era come se tutti i contadini pensassero: più ne spruzzi, meglio è. Mio padre si rese conto che questi fitofarmaci alla lunga avrebbero fatto grandi danni. All’ambiente e alla salute Fortunatamente, ricorda ancora come la gente lavorava nella fattoria durante la sua giovinezza e ha riportato quei vecchi modi.

READ  "Noi ucraini siamo stati vaccinati emotivamente contro il panico nel 2014"

Giuseppe è stato rivoluzionario in questo senso. È cresciuto in modo organico, ha sognato pannelli solari sul tetto dell’azienda ed è riuscito a riunire un’ampia cerchia di acquirenti e clienti che erano molto felici di acquistare arance e limoni. Chiara lo aiutava di tanto in tanto. “Ho studiato scienze agrarie e dopo la laurea ho fatto un dottorato in Spagna e in California. Ma anche l’azienda di famiglia mi ha attratto. Mio padre ricordava che quando avevo quattro anni volevo vendere angurie al mercato. Mi piaceva lavorare con lui lavorando nella fattoria, e poi non ho dovuto condividere il mio papà impegnato con il resto del mondo.

Nostalgia di Roma
Suo padre si ammala e Chiara si trova di fronte a una scelta difficile: vuole rilevare da lui l’azienda di famiglia? “Avevo dei dubbi e a volte avevo nostalgia della Roma. Ma quando mio padre è venuto a mancare, è stato chiaro in un colpo solo. Ho deciso di realizzarlo. È stata un’occasione unica: non avrei mai più potuto trovare un’azienda così. Ho lo devo a lui per mantenere tutto bene.” E il più verde possibile. Il suo fidanzato si è trasferito con lei in Sicilia e insieme si sono dedicati all’agricoltura biologica. “Non è stato sempre facile. Le nostre vite sono cambiate completamente; tutto accade dentro e nella fattoria. E volevo fare alcune cose in modo diverso da mio padre e non tutti erano d’accordo”.

Ecoturismo
Inoltre, la testardaggine di suo padre scorre nel sangue di Kiara. Oltre agli agrumi si coltivano ortaggi come finocchi, scarole e zucchine, tutti vitali. “Mio padre ha dovuto inventarsi tutto da solo quando è passato dal normale al biologico, fortunatamente posso contattare online colleghi che stanno seguendo lo stesso percorso verso il biodinamico e ricevo supporto da Udea. Abbiamo già soddisfatto molte condizioni: abbiamo aree verdi con piante locali e abbiamo colonie di api in giardino.”

READ  I 'becchini' del Belgio: trattative di governo con tanti giochi politici, ma poca sostanza - Notizie finanziarie ed economiche - Tendenze

L’azienda oggi è cresciuta notevolmente e conta più di 120 ettari di frutteti, orti e ampi spazi per la natura. Oltre a un bio-hotel unico, La Casa di Melo, perché Chiara è anche una pioniera dell’ecoturismo in Sicilia. “In questo modo costruiamo una rete di persone provenienti da tutto il mondo che sono interessate al modo naturale di coltivare. Gli ospiti vengono da tutto il mondo per vedere cosa facciamo. Si godono le prime farfalle al mattino e le prime lucciole. “

I prodotti Bio Sikelia possono essere acquistati presso i negozi specializzati Bio Sikelia e Ekoplaza, tra gli altri.

per maggiori informazioni:
Audi
Kempkins 1000
5465 PR Veglia
0413 256700
[email protected]
www.udea.nl

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24