Il Covid-19 è finito – Maurice de Hond

Riepilogo articolo

In effetti, il COVID-19 è scomparso. Le caratteristiche dell’attuale infezione da parte della variante Omikron differiscono significativamente da quelle delle varianti precedenti. Il Covid-21 è considerato più lieve e provoca una malattia meno grave. Questo dà speranza per il futuro e richiede un approccio radicalmente diverso alla caduta.

Leggi l’articolo completo: COVID-19 è finito

momento della lettura: 6 Minuti

I membri dell’OMT sono preoccupati

venerdì c’era (di nuovo) Un articolo in NOS in tal senso, I membri dell’OMT sono preoccupati per il fatto che il virus possa eruttare di nuovo in autunno e nel frattempo “perdiamo di vista il virus” a causa della politica dei test.

I membri dell’OMT Koopmans e De Jong sottolineano che a causa dei pochi test che sono stati effettuati, si stanno perdendo informazioni sul virus. Suggeriscono che attraverso il campionamento della popolazione, l’intuizione migliora per il virus. L’articolo affermava che il virus è chiaramente ancora presente. Perché i numeri dei servizi igienico-sanitari in questo momento sono il doppio di quelli di esattamente un anno fa, mentre il numero dei test positivi è solo un terzo di quel tempo (circa 1.000 ora al giorno). Se ci sei dentro Cruscotto Corona Se guardi, puoi vedere che un anno fa il numero di test eseguiti era di circa 30mila e ora appena 1500 al giorno.

È interessante notare, tuttavia, che l’articolo non include le seguenti due figure:

  • Esattamente un anno fa, l’occupazione in ospedale era tre volte superiore a quella attuale (e forse ora relativamente di più con i pazienti che giacevano lì con Covid che con BY Covid.)
  • Esattamente un anno fa c’erano più di 500 pazienti Covid in terapia intensiva, e ora sono 25. Quindi 20 volte meno!!

Se vedi una pressione completamente diversa sull’assistenza sanitaria ora rispetto all’anno scorso, la domanda chiave è, ovviamente: quanto sono importanti i numeri che i membri dell’OMT vorrebbero ancora vedere aggregati? Dopotutto, la ricerca intelligente monitora quale parte della popolazione ha sintomi simil-influenzali. E seguendo campioni di 40 medici generici di NIVEL, mostra anche quali virus stanno facendo il giro e in che misura.

Ho riflettuto su questo argomento nell’ultima settimana, quando due persone a me vicine sono risultate positive con un rapido test. Uno aveva sintomi simil-influenzali (che sono durati alcuni giorni) e l’altro aveva una tosse senza febbre. Che cosa hanno fatto queste persone con queste lamentele tre anni fa? Il primo potrebbe essere rimasto a casa per diversi giorni e il secondo potrebbe non aver fatto nulla (e utilizzato alcuni rimedi di auto-aiuto).

READ  Inibitore del corona virus: “Molto gradito, ma non una cura miracolosa”

Sebbene non abbiamo praticamente avuto misure nei Paesi Bassi per tre mesi, ci siamo quasi concentrati sui circuiti integrati. Mentre alla fine di gennaio/inizio febbraio, molti membri dell’OMT hanno indicato che gli ospedali erano ancora sotto pressione.

Definizione di Covid-19

L’uso combinato di Corona, SARS-2 e Covid-19 assicura che spesso lo consideriamo come una ciotola bagnata. Ma al momento è molto importante riconoscere questa differenza. Leggi cosa definisce RIVM

  • Il coronavirus 2 SARS-CoV provoca la malattia Malattia di coronavirus19

Ma se si considerano le caratteristiche e il decorso di questa malattia fino a una variante delta in relazione a OmicronOra, ci sono grandi differenze nei sintomi. Questa ricerca è arrivata dall’Inghilterra lo scorso aprile. Confronta i risultati di un’indagine tra chi soffre di delta e chi soffre di omicron. Ma le differenze possono essere viste anche da altre pubblicazioni.

  • Omikron colpisce gli organi delle basse vie respiratorie (polmoni) meno di Delta.
  • La perdita di gusto/olfatto era più frequente con delta che con omicron.
  • Con Omikron, c’è chiaramente un mal di gola e una voce roca.
  • I sintomi durano con Omikron per una media di due giorni.
  • Chiaramente, i ricoveri ospedalieri/ricoveri in terapia intensiva non sono gli stessi per Omicron.

Quello che trovo così sorprendente, e l’ho sentito da molti medici, è questo: con Delta e i suoi predecessori, può succedere che i pazienti con Covid-19 abbiano il collasso dell’intero sistema dopo circa una settimana. La saturazione di ossigeno nel sangue è diminuita rapidamente, portando spesso al ricovero in ospedale o peggio. in Il mio podcast con il GP Jan Scherpenisse a Drenthe più di un anno fa Abbiamo discusso di questo sviluppo e di come un medico di famiglia può assicurarsi che le persone non debbano andare in ospedale. Ma a Omikron questo sembra essere raro. Questo è il motivo per cui così pochi pazienti Omikron finiscono in unità di terapia intensiva.

Ma se l’aspetto della malattia causata dalla variante Omikron è molto diverso dalle varianti precedenti, allora non dovrebbe essere utilizzato anche il nome Covid-19 per la malattia causata dalla variante Omikron.

Sì, è ancora il coronavirus, ma la malattia è molto diversa rispetto a prima di quest’anno. Con, ad esempio, anche una diversa proporzione di infezioni asintomatiche e asintomatiche. Con un diverso fattore riproduttivo e un diverso tasso di mortalità per infezione (la percentuale di persone infette che muoiono). In questo articolo di marzo 2022 L’incidenza dell’infezione da Omikron è stimata in 0,035%, che è inferiore a quella dell’influenza (0,04%). E un fattore dieci volte inferiore alla stima degli infortuni del primo anno.

READ  La concorrenza non giova a questa conoscenza

Leggo regolarmente che il basso tasso di mortalità per infezione da Omicron è dovuto principalmente alla vaccinazione. Ma quando leggo i dati globali, mi sembra che sia dovuto principalmente al diverso decorso dei sintomi della stessa variante di Omikron.

Non posso dire quale nome dovrebbe essere dato alla malattia causata dalla variante Omikron. Lo chiamerò Covid-21 d’ora in poi.

La popolazione ora ha un grado di immunità a questo tipo di virus SARS-2 molto più elevato rispetto al 2020. Sebbene l’infezione di questa variante di Omikron sia molto più elevata rispetto alle varianti precedenti così come il fattore riproduttivo, anche la protezione è molto più alto. Eviterò di discutere perché questo è principalmente (contatto con virus e/o vaccinazione). Ma anche perché il Covid-21 ha conseguenze molto meno gravi, siamo finiti in una situazione molto diversa rispetto a prima di gennaio 2022.

Perché è importante sapere se i sintomi del raffreddore o dell’influenza sono causati dal coronavirus o da un altro virus? Non l’avremmo capito prima del 2020 se avessimo avuto queste lamentele, vero?

Quasi finché il Covid-21 avrà le conseguenze che ora conosciamo, noi come società dobbiamo affrontarlo come abbiamo sempre fatto con il virus dell’influenza o qualsiasi altro virus degli organi respiratori.

Il percorso futuro del Covid-21

Ora ci sono diverse versioni della variante Omikron. Nel frattempo, BA.4 e BA.5 sono le versioni in più rapida crescita.

È interessante osservare gli sviluppi a Gauteng. Omikron ha debuttato lì nel novembre 2021. Le due nuove versioni BA.4 e Ba.5 sono ora saldamente presenti. Ma se guardi all’evoluzione dei decessi, quello è stato con Delta, un anno fa al suo apice con 250 morti al giorno. Con Omikron BA.1, era tra le prime 40 attività quotidiane alla fine del 2021. Ora quel numero con BA.4 e BA.5 è 12 al giorno. Sebbene BA.4 e BA.5 abbiano un BSF nettamente superiore rispetto alla prima versione di Omikron, non vi è alcuna indicazione che la gravità dell’infezione sia maggiore di quella della prima versione di Omikron.

READ  La zanzara tigre asiatica è stata ritrovata nel complesso commerciale di Asser

La possibilità di contrarre il Covid-21 se si ha già il Covid-19 esiste sicuramente. Questo è molto più alto che se avessi contratto di nuovo il Covid-19. Si stima che sia un fattore dieci volte maggiore. Ma i primi studi mostrano che se hai il Covid-21 (cioè eri nel primo gruppo infettato dalla variante Omikron), le tue possibilità di essere nuovamente infettato dalla variante Omikron sono di nuovo scarse.

La possibilità che il Covid-21 porti a malattie molto peggiori in autunno è molto scarsa!

Ma sappiate che questo è un risultato diretto del fatto che abbiamo identificato il Covid-21 come una malattia con caratteristiche, come ora la conosciamo da Omikron.

La grande domanda è se ci sarà un nuovo tipo di virus SARS-2 nei prossimi anni, che porterà a un modello di malattia più grave, come ora sappiamo con Covid-21. E poi dobbiamo chiamarlo un nome diverso per Covid-21!

Nessuno può rispondere con certezza.

Ma ci sono una serie di componenti che ci hanno messo in una posizione molto migliore rispetto al 2020:

La nuova variante, che “vuole” diffondersi in massa, presenta due ostacoli principali. Deve essere più contagioso della variante dominante (es. Omikron BA.X). Affronterà una “difesa immunitaria” in una popolazione che ha subito le varianti precedenti. Non era così nel 2020.

finalmente

Solo quando saremo pronti a chiamare le attuali infezioni Covid-21 e non saremo più Covid-19, potremo guardare ai futuri vaccini/richiamo in modo diverso. Per chi è ancora opportuno assumere questa vaccinazione/richiamo? Da cosa protegge ancora (per età) e quali sono i potenziali rischi?

Non riesco a vedere il futuro. Ma non sarei sorpreso se la pressione sull’assistenza sanitaria nel prossimo autunno/inverno provenisse da virus/patogeni diversi dalle infezioni, che sono causati da una nuova variante di SARS-2. Ma se mettiamo tutto insieme, rischiamo di doverci sottoporre nuovamente a procedure, che fanno più male di quanto impediscano. Fortunatamente, il Covid-19 è passato.

Sostieni il nostro sito con una (piccola) donazione occasionale. Quindi clicca qui.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24