Il giudice impedisce al gruppo anti-aborto di far rispettare la legge sull’aborto in Texas | All’estero

Il gruppo anti-aborto texano Right to Life è stato sconfitto venerdì in un tribunale del Texas. Al gruppo è temporaneamente vietato citare in giudizio i dipendenti di Planned Parenthood in Texas in base alla nuova legge sull’aborto.




Planned Parenthood, un’organizzazione sanitaria che gestisce cliniche per aborti, ha citato in giudizio un gruppo anti-aborto per impedire al gruppo di utilizzare contro di loro aspetti del nuovo divieto di aborto in Texas.

Planned Parenthood, in particolare, ha contestato l’aspetto più insolito della legge: qualsiasi cittadino potrebbe citare in giudizio un potenziale trasgressore del divieto di aborto. La legge definisce i potenziali trasgressori in modo molto ampio, il che significa che, ad esempio, una persona che fissa un appuntamento per eseguire un aborto per una donna incinta, la accompagna in una clinica per aborti o paga per la procedura può essere accusata.

Il giudice della corte distrettuale della contea di Travis Maya Guerra Gamble ha affermato che l’aspetto contestato della legge sull’aborto del Texas crea “danni potenziali, irreparabili e imminenti” a Planned Parenthood, medici, personale e pazienti in tutto il Texas. Il giudice ha anche stabilito che la legge non protegge adeguatamente i fornitori di aborti come Planned Parenthood dal danno che potrebbero subire se le cause in corso fossero intentate dai cittadini.

Texas Right to Life, che ha annunciato che avrebbe impugnato la sentenza, ha subito un’altra battuta d’arresto venerdì. Il gruppo gestisce un sito web, prolifewhistleblower.com, dove i cittadini possono lasciare consigli anonimi su persone che aiutano o incoraggiano l’aborto. Il provider di host Web GoDaddy ha indicato che non desidera più ospitare questo sito Web perché viola i termini di servizio dell’host Web.

READ  Una madre che combatte contro un puma trascina il figlio di 5 anni nel cortile di casa negli Stati Uniti: "Salvare la vita di un bambino" | All'estero

In questi termini, gli utenti non sono autorizzati a raccogliere informazioni sulle persone senza il loro consenso. Texas Right to Life ha dichiarato in una dichiarazione che non sarà messo a tacere. “Il nostro team IT sta già lavorando per trasferire le nostre risorse a un altro provider e ripristineremo il sito entro 48 ore. Vieni presto”, ha affermato il gruppo.

La nuova legge sull’aborto del Texas ha suscitato pesanti critiche, anche dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Si parla di “innegabile violazione” dei diritti costituzionali. E Biden considera “oltraggioso” consentire ai cittadini, come gli informatori, di citare in giudizio chiunque avrebbe aiutato qualcun altro ad abortire. Questo può includere anche membri della famiglia, operatori sanitari, receptionist della clinica o estranei estranei all’individuo.

I gruppi di difesa hanno tentato di vietare l’aborto in Texas dopo sei settimane di gravidanza presso la Corte Suprema, senza alcun risultato. Mercoledì il tribunale ha votato contro la richiesta di emergenza delle organizzazioni. Dicono che la legge renderebbe impossibile l’aborto per almeno l’85% delle donne del Texas che vogliono la procedura.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24