Il governo italiano ha chiarito le regole per la prosecuzione dei Giochi

Le associazioni sportive e le autorità correlate hanno concordato che le competizioni dovrebbero continuare a meno che almeno il 35% dei giocatori di una squadra non sia risultato positivo al virus. I giocatori testati positivamente dovrebbero essere isolati, non sono chiamati “contatti stretti”. Tuttavia, dovrebbero essere testati per cinque giorni consecutivi e indossare una maschera per la bocca FFP2 vicino al campo. Per poter giocare di nuovo a calcio, devono avere un test negativo quattro ore prima dell’inizio della partita.

L’Italia sta affrontando un’ondata di inquinamento che ha portato a 228.000 casi registrati il ​​18 gennaio. Per i prossimi due turni di Serie A, ai club non saranno ammessi più di 5000 spettatori. Le nuove regole dovrebbero evitare la confusione sorta all’inizio di questo mese. Quattro partite sono state annullate perché al calcio d’inizio c’era solo una squadra ogni volta. Il sistema alla base della Serie A aderiva al protocollo originale richiesto per le squadre di almeno 13 giocatori, incluso un portiere, per giocare a calcio. Ma alle squadre di Bologna, Torino, Salernitana e Udinese è stato vietato di viaggiare dalle autorità sanitarie locali e sono rimaste a casa dopo l’eruzione del Kovit-19.

READ  Piano di ripresa dell'UE: il piano Marshall per l'Italia non è una priorità per i Paesi Bassi

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24