Il Gran Premio d’Italia ha due vincitori olandesi

Poco prima della salita della Williams, Nick de Vries, 27 anni, ha guardato da parte per alcuni secondi. Come se stesse facendo un ultimo controllo per assicurarsi che tutto stia davvero succedendo. Rimasto per anni all’ombra di Max Verstappen, a Monza, è stato al via della strada al fianco del campione del mondo. Due piloti olandesi fianco a fianco, per la prima volta da quando Robert Dornbos (Red Bull) e Christian Albers (Spyker) nel 2006, sono arrivati ​​settimo e ottavo.

Mentre si beveva una tazza di caffè, sabato mattina il weekend a De Vries è stato stravolto. Alexander Albon soffriva molto di appendicite e de Vries dovette prendere posto. C’è stata un’ora e mezza tra l’annuncio e le terze prove libere, quindi non c’è stata una preparazione adeguata.

Un talentuoso pilota di kart in passato, De Vries non ha mai avuto i piedi freddi e ha corso per finire 13° in qualifica e anche avanzato di cinque posizioni a causa delle penalità in griglia di altri piloti, su un’auto nota come media di F1. Il suo compagno di squadra Nicholas Latifi era significativamente più avanti di De Vries nelle qualifiche.

Nel mondo delle corse nessuno dubita delle capacità di guida di De Vries. Ha esperienza in Formula 1 da questa stagione. Venerdì ha girato Monza come sostituto temporaneo di Sebastian Vettel con la sua Aston Martin Mercedes. All’inizio di quest’anno ha testato le vetture Lewis Hamilton e Albon.

Nessuna possibilità

Con il Campionato di Formula 2 (2019) e il Campionato del Mondo di Formula E (2021), sembrava una questione di tempo per essere promosso per anni al Campionato Europeo Motorsport. Compagni di squadra come Charles Leclerc, Lando Norris e George Russel sono usciti dal pool di talenti in Formula 2 e De Vries è rimasto indietro nonostante il suo dominio. Laddove, ad esempio, Latifi è andato in Formula 1 attraverso i milioni di suo padre, le porte sono rimaste chiuse per de Vries. Nonostante le numerose promesse, non ha mai avuto una possibilità tramite la McLaren, essendo sotto contratto da nove anni.

De Vries ha mostrato resilienza, ha ingoiato ripetutamente la delusione e ha puntato gli occhi sul futuro. I risultati precedenti non vengono conteggiati. Doveva andare avanti. De Sneker ha perseverato nella sua missione di arrivare alla Formula 1. Il suo giorno non era ancora arrivato, solo gli anni erano passati e le opportunità si erano ridotte.

Il suo giorno è arrivato al Gran Premio d’Italia. Mentre Verstappen ha superato i suoi rivali in uno stivale di sette miglia su una pista velocissima e ha ottenuto la sua undicesima vittoria stagionale, De Vries ha portato in modo chiaro e impressionante al nono posto, guadagnando due punti in Coppa del Mondo. Questo porta il totale della squadra da quattro a sei.

Dopo la gara, de Vries ha affrontato Verstappen con un passaggio. “Congratulazioni a lui per la vittoria, ma anche questa vittoria sembra una vittoria”, ha detto de Vries in Viaplay. “Sono anche orgoglioso e felice di aver colto questa opportunità con entrambe le mani. Questo è un risultato molto forte al mio debutto”.

La sua prestazione arriva in un momento ideale poiché la Williams sta valutando la possibilità di sostituire Latifi con un altro pilota per la prossima stagione. De Vries non deve più scrivere una lettera di presentazione. Correre in Formula 1, è già successo.

Leggi anche:

‘Max-mania’ a Zandvoort si conclude con un uragano di suoni nella vittoria di Verstappen

Il tasso di “massima mania” a Zandvoort è stato persino maggiore rispetto allo scorso anno. In questa frenesia, l’eroe in questione, il campione del mondo Max Verstappen, è rimasto impassibile e a sangue freddo. vinto di nuovo.

READ  Eredivisie diretta: PSV Eindhoven rapidamente dietro PEC Zwolle | calcio

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24