Il Marocco non include i porti spagnoli nell’operazione ciao estate

MADRID – Il governo marocchino ha annunciato domenica i piani per l’operazione Marhaba, ma a differenza di altri anni, i marocchini che vogliono fare Marhaba non potranno utilizzare i porti spagnoli quest’anno. Questa non è solo una cattiva notizia per i porti spagnoli e le compagnie di navigazione, ma non è certamente una buona notizia per i milioni di marocchini che utilizzano i porti spagnoli per recarsi in Marocco.

a partire dal governo marocchino I porti spagnoli sono stati omessi durante l’operazione Marhaba 2021 estate. Intorno al 15 giugno inizierà l’Operazione Hello, conosciuta in Spagna come “Operazione Paso de Estrecho”. La dichiarazione del Marocco non ha indicato se queste restrizioni potrebbero essere revocate in estate dopo la fine di luglio.

Il Festival di Benvenuto o Paso del Estrecho si svolge solitamente tra il 15 giugno e il 15 settembre. In quei quattro mesi milioni di nordafricani fanno il viaggio sulle strade spagnole per poi attraversare l’Europa verso il Marocco e l’Algeria attraverso i porti per visitare i loro parenti spesso in auto sovraccariche.

Ma a causa della crisi di Corona, tutto è diverso e il governo marocchino ce l’ha porti spagnoli Non è ancora incluso nei piani di Marhaba per l’estate 2021. Ciò significa che i marocchini che desiderano tornare in Marocco non possono utilizzare i porti di Algeciras, Tarifa, Malaga, Motril, Almeria, Alicante, Valencia e nelle enclavi spagnole. Melilla e Ceuta.

Attualmente Marocco Solo le barche possono transitare dai porti di Marsiglia e Sete in Francia e Genova in Italia. I passeggeri di queste navi devono mostrare un test PCR negativo prima dell’imbarco e applicare misure speciali a bordo.

Con questa limitazione, ciò significa che dai tre porti francesi e italiani possono essere trasportate un massimo di 250.000 persone. Questo è meno di un decimo del normale numero di marocchini che attraversano.

READ  Goditi il ​​caffè nella mafia

Nel 2019, 3.340.045 passeggeri e 760.215 veicoli sono transitati dai porti di Algeciras, Tarifa, Malaga, Motril, Almería, Alicante, Valencia e nelle enclavi spagnole di Melilla e Ceuta. Nel 2020, Marhaba non ha potuto continuare a causa della crisi di Corona e della chiusura del confine tra Marocco e Spagna.

Mentre in Spagna, ogni anno per 34 anni, entra in vigore il piano “Operación Paso del Estrecho”, in cui i dipendenti del Servizio del traffico spagnolo DGT, la Guardia Civil spagnola (Protección Civil) e il Ministero dell’Interno cooperano con il varie forze di polizia, non c’è molta regolamentazione da parte marocchina.

Durante il transito, più di 3,3 milioni di marocchini e algerini visitano ogni anno il loro paese d’origine, la maggior parte dei quali proviene dalla Francia (38%) seguita da Spagna (18%), Belgio (12%) e Paesi Bassi (11%). Il 44% dei marocchini effettua questo viaggio in aereo, seguito dal 14% in autobus e dal 40% in battello e mezzi privati.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24