Il noto epidemiologo Larry Brilliant: “La fine della pandemia di Corona non è ancora in vista”

Secondo Larry Brilliant, un epidemiologo del team dell’OMS, che ha contribuito a debellare il vaiolo, la pandemia di Corona non è ancora finita. “La variante delta potrebbe essere il virus più contagioso di tutti”, ha detto in un’intervista alla CNBC.

Perché questo è importante?

Le variabili, e la variabile delta in particolare, stanno incoraggiando sempre più paesi a somministrare una terza dose del vaccino corona agli anziani e ai fragili. Questo mentre l’Organizzazione Mondiale della Sanità chiede che quel terzo colpo venga posticipato, in modo che ci sia abbastanza stock per vaccinare completamente il resto del mondo. Brilliant afferma che entrambi sono importanti per combattere la pandemia.

Questa estate, i numeri della corona aumenteranno in molti paesi a causa della variabile delta del virus corona. Diversi studi hanno già dimostrato che questa variante è più contagiosa della versione originale del virus. Secondo un rapporto del Centro statunitense per il controllo delle malattie (CDC), anche la variante delta è contagiosa Come la varicella.

“Il virus Delta potrebbe essere il virus più infettivo di tutti”, ha detto Brilliant in un’intervista alla CNBC. “La buona notizia è che i vaccini mRNA e Johnson & Johnson resistono a questa alternativa”.

Corona non se ne andrà

“Tuttavia, solo il 15% della popolazione mondiale è stata vaccinata e più di 100 paesi hanno vaccinato meno del 5% della loro popolazione”, ha continuato. “Penso che siamo più vicini all’inizio che alla fine della pandemia, e questo non è perché l’alternativa che stiamo cercando è longeva”.

“A meno che non vacciniamo tutti in più di 200 paesi, continueranno a emergere nuovi tipi”, ha detto il medico, prevedendo che il coronavirus alla fine sarebbe diventato “un virus per sempre” come l’influenza.

READ  Secondo la ricerca, le case di cura difficilmente implementano alcun tipo di rilassamento proprio adesso

Brilliant ha affermato che i suoi modelli per epidemie variabili a San Francisco e New York prevedono una “curva epidemica a forma di V invertita”. “Ciò significa che le infezioni stanno aumentando molto rapidamente, ma diminuiranno anche rapidamente”, ha spiegato. “Se la previsione si rivela corretta, la variante delta si sta diffondendo così velocemente che praticamente non ha più candidati all’infezione”.

Un modello simile sembra emergere nel Regno Unito e in India, dove lo spread variabile delta è sceso dai massimi recenti. Il numero medio giornaliero di infezioni nel Regno Unito è sceso da 47.700 il 21 luglio a circa 26.000 giovedì, secondo le statistiche compilate dal database online. Il nostro mondo nei dati. In India, quel numero è sceso da 390.000 casi al giorno a maggio a meno di 50.000 casi dalla fine di giugno.

Fenomeno semestrale

Potrebbe significare che si tratta di un fenomeno di sei mesi anziché di due anni. Ma avverto la gente che questo è il tipo delta e che le lettere greche non sono ancora uscite, quindi potrebbero essercene altre”, ha detto Brilliant. Secondo il dottore, ci sono poche possibilità che prima o poi avremo a che fare con una super variante resistente al vaccino.

“Dobbiamo, ovviamente, fare tutto ciò che è in nostro potere per evitare un evento così catastrofico”, ha aggiunto. Ciò significa che tutti nel mondo devono essere vaccinati. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha recentemente chiesto ai paesi ricchi di amministrare a Per rimandare il terzo colpo, fino a quando non saranno disponibili più vaccini per i paesi poveri. Israele ha già iniziato a somministrare una dose di richiamo. Regno Unitoe Germania La Francia ha indicato che inizierà a settembre.

READ  "Maurice de Hond aveva ragione al 100% e Yap Van Dessel meritava di essere licenziato." - De Daily Standaard

Secondo Brilliant, è importante che gli anziani che sono stati completamente vaccinati più di sei mesi fa facciano una terza iniezione. “In questo gruppo di persone abbiamo scoperto che il virus muta nei loro corpi”, ha detto Brilliant nell’intervista. “Quindi devo dire che queste persone dovrebbero ricevere subito una terza dose, una dose di richiamo. Allo stesso tempo, dovremmo somministrare abbastanza vaccini ai paesi poveri in modo che possano vaccinare le loro popolazioni. Considero queste due cose uguali”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24