Il numero di test corona positivi si stabilizza con cautela e il numero R diminuisce drasticamente

Nell’ultima settimana, il numero di test positivi al coronavirus è aumentato del 34%. Lo dimostrano i dati settimanali dell’Istituto nazionale di sanità pubblica e ambiente (RIVM) di martedì. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità e Povertà (RIVM), c’è una “cauta stabilizzazione” delle segnalazioni positive. La prossima settimana mostrerà se i numeri possono scendere ora.

le case

RIVM ha annunciato che il numero di copie è stato ridotto a 1,75. Cioè, un gruppo di cento persone infette da corona ne infetta in media altre 175, che a loro volta trasmettono il virus ad altre 306. Questo numero è più di due settimane indietro rispetto alla realtà.

Alla fine della scorsa settimana, il numero di riproduzioni era ancora a 2,91, il livello più alto di sempre. Questa cifra indicava che il virus si stava diffondendo a un ritmo senza precedenti.

Il numero si riferisce sempre alla situazione di due settimane fa, perché i numeri più recenti non sono ancora abbastanza affidabili.

Più malati di corona negli ospedali

Gli ospedali hanno assistito al ricovero di 96 nuovi pazienti con corona nelle ultime 24 ore, il più grande aumento dalla fine di maggio. 20 persone sono state ricoverate in unità di terapia intensiva e 76 persone sono state ricoverate nei reparti di cura.

Ora ci sono un totale di 415 pazienti con covid-19. Sono 54 in più rispetto a lunedì. Si tratta dell’aumento maggiore dalla fine di aprile, secondo i dati del Centro nazionale di coordinamento per la distribuzione dei pazienti (LCPS). Ora ci sono 315 pazienti COVID-19 nei reparti di cura, in aumento di 38 da lunedì. Nelle unità di terapia intensiva, il numero di pazienti è aumentato da 16 a 100.

READ  Si dice che le zecche mordano i bambini soprattutto nel collo e nella testa ora

Un altro aumento

Gli ospedali si aspettano un altro aumento, poiché il numero di infezioni è aumentato notevolmente nelle ultime settimane. Si prevede che una percentuale minore di persone infette dal virus finirà in ospedale, perché in particolare i giovani si infettano. Hanno ritardato la vaccinazione, proprio perché raramente i giovani si ammalano così tanto di coronavirus da dover essere ricoverati.

Leggi anche: I virologi avvertono: la variante Delta si diffonde anche con la vaccinazione completa

Di: Editors

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24