Il potere dei pascoli nella lotta al riscaldamento globale – Wel.nl

Si sente parlare di foreste e oceani che assorbono anidride carbonica, ma abbiamo un’altra arma naturale nella lotta contro il cambiamento climatico: le praterie. a proposito Scrive la CNN.

Secondo un nuovo studio, di tutta l’anidride carbonica immagazzinata negli ecosistemi terrestri, circa il 34% si trova nelle praterie. Dati del World Resources Institute. Non è molto meno del 39% immagazzinato nelle foreste.

Quello studi recenti Dall’Università di Manchester mostra che le praterie nel Regno Unito assorbono più di 1,8 miliardi di tonnellate di anidride carbonica. Ciò equivale alle emissioni annuali di 400 milioni di automobili. “Ma le praterie sono ignorate nella maggior parte delle politiche climatiche”, ha affermato il leader dello studio e professore ambientale Richard Bargett.

Quello Un altro studio, pubblicato nel 2018, ha già concluso che le praterie della California potrebbero svolgere un ruolo molto maggiore delle foreste nell’assorbire l’anidride carbonica, perché sono meno suscettibili al fuoco e alla siccità. Questo perché l’erba trattiene principalmente l’anidride carbonica nelle radici sotterranee – anche in periodi di siccità – a differenza delle foreste dove l’anidride carbonica viene immagazzinata diffusa negli alberi.

in un
Ma anche i pascoli possono diventare una fonte di emissioni se, ad esempio, si accumula bestiame che emette metano. Anche la quantità di pascoli sta diminuendo in tutto il mondo a causa della crescente necessità di carne, latticini e semi di soia.

Il cerrado in Brasile, la savana biologicamente più diversificata del mondo, si è dimezzato, preferendo produrre carne e soia, Lo riferisce il World Wildlife Fund (WWF). Ciò significa che Cerrado perde un’area delle dimensioni della città di San Paolo ogni tre mesi.

READ  Nuovo studio: l'aspettativa di vita con il diabete di tipo 1 è inferiore di 13 anni

Molte praterie in Cina stanno vivendo una “crisi ambientale”, secondo gli scienziati, a causa del pascolo eccessivo. Le Great Plains negli Stati Uniti si stanno riducendo di quattro campi da calcio ogni minuto a causa dell’espansione dei terreni coltivati, ha scritto il World Wildlife Fund in un rapporto nel 2020.

“I governi continuano a ignorare l’importanza delle praterie per lo stoccaggio del carbonio, il miglioramento della biodiversità, la produzione alimentare sostenibile e la gestione dell’acqua”, ha detto alla CNN Ian Dunn, direttore del Planet Life britannico.

Bronn (nen): CNN

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24