Italia e Unione Europea bloccano l’esportazione del vaccino in Australia

Per la prima volta è stata interrotta l’esportazione di vaccini corona da AstraZeneca verso l’Unione europea. Fonti di Bruxelles confermano dopo un rapporto del Financial Times che un lotto di 250.000 vaccini non sarà esportato in Australia dalla Commissione italiana ed europea. “Questo non è un film di James Bond”, afferma il giornalista Stephen de Vries.

Chiedi di nuovo | Come funziona il vaccino AstraZeneca?

“L’Australia non sembra divertente”, afferma de Vries, “e AstraZeneca sarà molto insoddisfatta. AstraZeneca non ha voluto rispondere, e nemmeno Bruxelles, ma secondo l’Italia Bruxelles lo sapeva e non era un problema. Tutto è avvenuto secondo le regole. Questo non è un film di James Bond. ‘

AstraZeneca fornisce all’Unione europea meno di quanto concordato da tempo. Anche la consegna la prossima primavera sarà deludente. Se un produttore di vaccini non adempie ai propri obblighi, i paesi dell’UE e la Commissione europea possono bloccare le esportazioni.

Chiedi di nuovo | Gli Stati membri dell’UE seguono i vaccini

Un produttore è obbligato a notificare al paese dell’UE le operazioni sulle spedizioni programmate per più di un mese. Quel paese, in questo caso l’Italia, sottopone la sua decisione al collegio. Ha l’ultima parola. L’Italia ha annunciato un divieto di esportazione lo scorso fine settimana, scrive il quotidiano economico britannico.

La Commissione europea e la società hanno dichiarato la scorsa settimana che AstraZeneca non ha esportato alcun vaccino contro la corona prodotto dall’Unione europea da quando è entrato in vigore il test di esportazione. Il concorrente Pfizer lo fece, ma ottenne il permesso ogni volta. Pfizer fornisce i suoi vaccini all’UE quasi come concordato per ora. Simile a Moderna, che ha sviluppato il terzo vaccino utilizzabile nell’UE.

Chiedi di nuovo | AstraZeneca fa innervosire l’UE

Si è parlato molto di restrizioni all’esportazione perché, secondo i critici, potrebbero innescare una “guerra dei vaccini”. L’UE può chiedere contromisure ad altri paesi. Nessuno beneficia di una tale reazione a catena perché le forniture di vaccini sono spesso prodotte in luoghi diversi, quindi a volte viaggiano in tutto il mondo prima di essere perforate.

READ  'Super Mario' Draghi ha chiesto di essere il primo ministro italiano, ma non tutti i partiti come lui

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24