Kat Kerkoffs Candid sulla gravidanza: “Poi è successo!”

Porta Redazione online


Un mese fa, Kat Kerkhoves, 33 anni, e Dries Mertens, 34 anni, hanno annunciato che aspettano un bambino nel marzo 2022. Hanno anche rivelato che sarà un maschietto.

Più veloce del previsto

Nel marzo di quest’anno, Kat ha detto di avere un desiderio ardente di avere figli. Pochi mesi dopo, subito dopo l’Europeo, diventa subito un premio. “È divertente: pensavamo ‘vedremo’, ma siamo stati risucchiati dalla velocità. Volevamo aspettare un altro mese, due o tre. Ho iniziato a calcolare in modo meno accurato quando ero fertile. Ma quando Dries è tornato dopo l’Europeo Championship, ci siamo rivisti. Un altro con tanto amore e poi si è fatto male. Scherzo sempre – e Dries pensa che sia terribile – che sta ancora registrando. (Ride) Penso che l’ultimo Campionato Europeo sia stato il torneo di maggior successo di sempre”, dice a Dag All.

Ancora niente pancia

Kat è incinta di cinque mesi, ma non ha ancora la pancia. “Eh, sei già lì da cinque mesi?” Dillo molto. Non sono molto magra, ho sempre pensato che sarei ingrassata molto velocemente quando ero incinta. non come quello. Driss probabilmente mi ha dato un bambino, non è così grande, ehi. (lo prova) Ma va bene, e lo sono anch’io, ovviamente, quindi deve essere genetico. Ma il bambino segue la sua curva di crescita, va tutto bene. Ho visto il suo pene e in effetti… è vivo e vegeto”, dice.

READ  Le migliori prestazioni calcistiche di questa settimana: Orange è sulla strada giusta!

aiuto dalla mamma

Se il loro bambino nasce alla data di scadenza a marzo, la stagione calcistica italiana è ancora in pieno svolgimento. L’asciugatura sarà ancora molto impegnata, ma hanno già una soluzione per questo. “Mia madre viene ad aiutare in Italia. E mi consola il fatto che abbiamo un’estate libera, niente Europei o Mondiali. Gli essiccatori possono recuperare quei due mesi durante la sua vacanza. Partorerò consapevolmente in Italia, voglio che Dries sia lì. Per i calciatori che sono già un problema, non sempre possono scendere subito. In questo senso, partorire in Belgio renderebbe più complicato, ma preferirei partorire lì. Se c’è qualcosa, è più facile dirlo nella tua lingua. Ma la cosa più importante è l’esperienza con i Dries lì. E quindi nostro figlio ha la doppia cittadinanza, quindi è italiano anche lui. È un bellissimo regalo”.


We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24