La caccia all’avorio influisce sullo sviluppo degli elefanti: meno femmine con le zanne

La caccia eccessiva fa nascere sempre più elefanti femmine senza zanne. È un esempio di rapido sviluppo causato dall’uomo. I biologi evoluzionisti americani hanno scoperto il gene esatto che ha portato all’aumento della mancanza di zanne negli elefanti del Mozambico, Secondo un post in Scienza.

Tra il 1977 e il 1992 scoppiò una guerra civile in Mozambico, accompagnata da molta caccia all’avorio. Nel Gorongosa National Park, la popolazione di elefanti e altri grandi animali da pascolo è diminuita di oltre il 90% durante quel periodo. Sulla base di vecchie riprese video, i ricercatori hanno visto che il calo sembrava essere correlato a una triplicazione del numero di femmine senza zanne tra gli elefanti: questa percentuale è aumentata dal 18,5% prima della guerra al 50,9% dopo la guerra.

Per scoprire se l’aumento fosse dovuto alla selezione naturale per la genetica, i ricercatori hanno studiato il genoma dell’elefante. Ad esempio, hanno trovato due loci genetici noti per essere coinvolti nello sviluppo dei denti dei mammiferi, il che potrebbe spiegare la mancanza di canini.

Solo uno di questi geni viene trasmesso da madre a figlia, tramite il cromosoma X; Se viene trasmesso al figlio, provoca un aborto spontaneo. Negli esseri umani, una delezione – cioè una “delezione” – di questo gene si traduce in una condizione con una significativa riduzione della crescita degli incisivi, l'”equivalente umano dei canini”, secondo gli autori. Anche negli esseri umani, questa condizione viene ereditata solo da madre in figlia. Non è ancora noto esattamente come il gene causi la mancanza di zanne negli elefanti e i ricercatori non hanno trovato alcun collegamento diretto con la delezione.

READ  Soddisfatti dell'aumento di peso: "Ma serve ancora la positività del corpo"

“ Sembra controintuitivo “

Mino Schilthuizen, biologo evoluzionista presso il Center for Natural Biodiversity e professore all’Università di Leiden, descrive la ricerca come intrigante. “La crescente mancanza di zanne negli elefanti in Africa è stata segnalata prima, ma non è stata studiata prima a livello genetico. Sembra controintuitivo che un tale gene con un difetto così evidente – provoca aborto spontaneo – potrebbe ancora avere così tanto successo. Ma è nello stesso tempo mostra quanto sia potente l’effetto del bracconaggio: il vantaggio del gene, cioè l’assenza di canini, è maggiore dello svantaggio: il rischio di aborto spontaneo”.

Schilthuizen aggiunge che se il gene potesse essere ereditato anche dai maschi, lo sviluppo di elefanti femmine senza zanne sarebbe più rapido. “Perché poi possono anche ottenere il gene attraverso il cromosoma X del padre”.

Gli elefanti sbucciano gli alberi con le loro zanne

In ogni caso, i ricercatori americani hanno concluso che un breve periodo di “disordini civili” può portare a un rapido sviluppo. Questo mentre gli elefanti con le zanne potrebbero effettivamente essere essenziali per il ripristino dell’ecosistema. Sono usati, tra l’altro, per cercare cibo sottoterra e per tagliare alberi. Man mano che questi alberi muoiono in seguito, vengono creati spazi aperti che possono fare spazio ad altre specie.

Pertanto, la mancanza di zanne può portare a un rimboschimento più intenso e persino a una diminuzione della biodiversità. Pertanto, la graduale scomparsa dei canini femminili potrebbe ostacolare e ritardare gli sforzi di conservazione, avvertono gli autori. “Gli elefanti sono ingegneri nell’ecosistema”, afferma Schilthuizen. “Tagliano interi alberi con le loro zanne. Quindi, se ci sono meno femmine con le zanne, avrà sicuramente un impatto sulla struttura del paesaggio”.

READ  La fiducia nella scienza è aumentata ai tempi di Corona

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24