La chiusura del settore della ristorazione ha creato una folla nei negozi specializzati


Foto: ANP

Anche se i ristoranti sono chiusi, gli olandesi vogliono cibo e bevande di prima qualità, che li tengono occupati nei negozi specializzati. La richiesta del formaggio più speciale è molto alta e sono apprezzati anche i tagli di carne dal macellaio. In effetti, alcuni macellai sono troppo occupati per ricevere ordini natalizi dai clienti in questo momento.

“Alcuni dei macellai che hanno lavorato con gli ordini hanno posto fine a questo ad un certo punto”, spiega il portavoce dell’università Koninklijke Slagers Nederland. A causa della chiusura dell’industria alimentare, le famiglie acquistano la propria carne, ma i macellai hanno uno spazio di congelamento limitato per conservare tutta la carne necessaria. “Vedi, i macellai ora si stanno adattando e stanno preparando un’ottima tavola per Natale. I clienti possono quindi ordinare ciò che è disponibile”.

Il macellaio biologico Gerrit Taki di Utrecht presume in una stima prudente che il 30% in più di clienti privati ​​venga o ordini in questi giorni rispetto ai periodi natalizi senza chiusura. “Abbiamo creato ulteriori punti di raccolta dietro la nostra attività, in una scatola”, spiega. “Per darvi un’idea: ora stiamo lavorando con macchine a otto pin, mentre prima ce n’erano solo tre”. Ciò non si traduce per lui in un giro d’affari eccessivo, in quanto di solito rifornisce anche aziende di catering.

I negozi di formaggi specializzati notano che i clienti desiderano formaggi più esclusivi rispetto ai formaggi “normali” o al Gorgonzola, ad esempio scegliendo il formaggio italiano con frutta e grappa. I negozi specializzati in caffè, tè e cioccolato vendono una quantità straordinaria dei loro prodotti come regali di Natale, secondo l’organizzazione ombrello per il negozio di specialità alimentari indipendente Vakcentrum.

READ  Domanda di azioni al dettaglio immobiliari e aeronautiche nelle borse europee

“Le persone non iniziano improvvisamente a mangiare di più perché il settore della ristorazione e non alimentare è chiuso, ma stanno facendo un passo verso più specialità”, afferma Patricia Hoogstraten, direttrice di Wakentrum. “Il budget che hanno in mente per la ristorazione è superiore a quello che si spende al supermercato”. Vakcentrum non ha ancora numeri esatti sul sovraffollamento, ma secondo Hoogstraaten, molti negozi specializzati sono così occupati che i fornitori entrano ed escono più spesso di quanto sarebbe avvenuto senza chiusure.

Per i negozi specializzati e i supermercati, il giovedì è probabilmente il giorno più affollato prima delle vacanze. Albert Heijn sta già invitando i clienti a fare scorta di prodotti non deperibili per Natale un po’ prima, al fine di diffondere la folla nei supermercati. Jumbo riferisce di lavorare con il numero massimo di dipendenti nei supermercati.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24