La fashion talent Lisa Kiriaco presenta la sua prima collezione al DNA Store: “Qualunque cosa dicano, sono fermamente dietro ogni pezzo” (Anversa)

Lisa Kiriaco. © Laurens Van Aert

Anversa

La stilista Lisa Kiriakou, 23 anni, ha presentato la sua prima collezione al DNA Sneakers Store. Molti giovani attenti alla moda sono venuti a Hopland ed erano entusiasti di acquistare i nuovi pezzi. Quindi la fornitura era limitata: pantaloni, camicia e cappello, tutti disponibili in numero limitato. Tuttavia, coloro che lo hanno perso non devono addolorarsi. Il belga-italiano in realtà è eccessivamente ambizioso: “Voglio davvero fare qualcosa per onorare mio padre”.

Molto tempo fa ho lanciato una serie di cappelli blu. Funzionavano sorprendentemente senza intoppi ed erano molto richiesti. Così ho deciso di disegnare pezzi neri e presentarli con gli altri nuovi pezzi nel DNA Store. Una scelta logica, perché sostengo pienamente il loro concetto. Inoltre, supportano i creatori locali, cosa che lodo davvero”, afferma Kiriakou.

© Lava

La nuova collezione del talentuoso designer si inserisce in questa filosofia. “I pezzi sono disegnati, realizzati e venduti sul suolo di Anversa. Studio moda all’accademia, dove prendo corsi serali. Poi metto in pratica queste mie conoscenze: non lavoro con campioni prefabbricati e dipingo e misuro tutto da solo. Per questa collezione ho realizzato un cappello, una maglietta e dei pantaloni Attualmente, la mia attività è più di tendenza, ma vorrei cambiarla in futuro.

“Molti marchi fanno pubblicità, ma io ne sono coinvolto. Realizzo solo cose con cui sono indietro al cento per cento. Per questo gruppo, ad esempio, ho preso molta ispirazione dagli anni ’70, un periodo in cui mi ama davvero. Non importa cosa pensi.” persone, e non so se venderà, ma quell’autenticità è importante per me”, dice Kiriakou seriamente.

Ambizioni italiane

E anche se non sembra ancora sicuro del successo delle vendite, è chiaro che i suoi prodotti in edizione limitata sono richiesti. “Va bene. Scelgo deliberatamente un numero limitato di pezzi, così tutti possono sentirsi speciali nei miei vestiti. Voglio incoraggiare ancora di più questa configurazione in futuro. ”

Come sarà questo futuro nel mondo della moda, Criaco non lo sa ancora. Ma è senza dubbio ambizioso. Studierei per anni per acquisire conoscenze. E questo non dovrebbe essere solo in Accademia, perché sogno Firenze. Mio padre era italiano e ne sono orgoglioso. Tutto questo lavoro è un omaggio ai miei genitori, entrambi deceduti. Mi danno forza e ispirazione per continuare questo. Qualunque sia il futuro, farò del mio meglio”. (Lava)

READ  All'estero: Redwald fa visita a Leicester

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24