La Ferrari raggiunge la McLaren: sarebbe bello finire terzo

La Ferrari ha fatto bene lo scorso fine settimana nella battaglia per il terzo posto nel Campionato Costruttori di Formula Uno. Il quarto e l’ottavo posto di Charles Leclerc e Carlos Sainz all’Istanbul Park hanno dato alla scuderia italiana sedici punti, con la McLaren che ne ha aggiunti solo sei.

Secondo il capo squadra Mattia Binotto, la doppietta a punti è interamente dovuta al nuovo sistema ibrido che Leclerc era già in grado di utilizzare a Sochi, ma era a disposizione anche di Sainz in Turchia. Ha dovuto subire un’enorme penalità per questo, ma ha guidato dal 19° a un ottimo 8°. Leclerc è stato meno fortunato. Monegask ha ottenuto il quarto posto in qualifica, ma è stato autorizzato a iniziare la gara al terzo posto a causa della penalità di Lewis Hamilton. Alla fine ha tagliato il traguardo al quarto posto.

Leggi anche: Leclerc non rimpiange le gomme da gioco: ‘Ero assolutamente sicuro di questa scelta’

Tuttavia, secondo il capo squadra Mattia Binotto, Leclerc avrebbe finito molto se non avesse avuto le specifiche per il nuovo sistema ibrido. “Ci dà un piccolo vantaggio”, ha detto Binotto dopo la gara. “Non riesco ad apprezzarlo appieno nei tempi sul giro perché dipende dalla pista. Ma sicuramente ci dà una marcia in più. Se vai a Charles Qualification [Leclerc] Sembra che abbia avuto il quarto tempo sul giro più veloce. Dietro di lui erano molto vicini l’uno all’altro. Sono sicuro che avrebbe perso alcune posizioni senza queste specifiche”.

Binotto ha aggiunto che la Ferrari ha deliberatamente scelto di correre qualche rischio nell’introdurre il nuovo sistema ibrido. Sebbene il team avesse pensato di presentarlo con solo un propulsore completamente nuovo la prossima stagione, gli italiani volevano effettivamente testarlo quest’anno. Abbiamo detto prima quando eravamo [nieuwe systeem] È stato presentato a Charles a Sochi: il primo obiettivo è fare esperienza con lui fino al 2022. Per questo l’abbiamo presentato il prima possibile. Abbiamo cercato di accelerare e abbiamo corso dei rischi – ha ammesso Binotto – Ma per noi è chiaro che dobbiamo percorrere alcuni metri di pista prima che le fonti di energia si congelino nel 2022″.

READ  I traduttori si rifiutano di lavorare per 22 euro l'ora e pretendono un prezzo equo

Binotto: 3° posto tra i creatori nuovo target

Il gap tra Ferrari e McLaren nel campionato costruttori è di soli 7,5 punti dopo la Turchia. A sei gare dalla fine, il terzo posto dietro a Red Bull e Mercedes è il nuovo obiettivo per Binotto e Ferrari. “Sarebbe fantastico se finissi terzo. Quindi sì, abbiamo sicuramente intenzione di finire lì”.


We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24