La grande vittoria dell’SPD nel Saarland limita i tedeschi conservatori | All’estero

I socialdemocratici hanno ricevuto circa il 44 per cento dei voti, quasi abbastanza per governare a maggioranza assoluta. L’SPD locale guidato da Anke Rellinger, che probabilmente diventerà primo ministro, è riuscito a ottenere quasi il 15%. Ciò ha portato a continui applausi nella sua festa elettorale a Saarbrücken.

Il primo ministro Tobias Hans, che ha perso il suo incarico, ha dovuto essere esaminato. La CDU ha perso quasi il 13 per cento dei voti al 28,5 per cento. Con rispettivamente il 4,9 e il 4,8 per cento dei voti, Verdi e FDP non hanno raggiunto la soglia elettorale e quindi non sono entrati nella Dieta.

Il partito National Alternative for Germany ha avuto successo. Il partito ha perso leggermente ed è aumentato di circa il 5,5%. Die Linke, che era fuori dal Parlamento, ha ottenuto il punteggio più basso, soprattutto perché il suo ex primo ministro, Oskar Lafontaine, che in precedenza aveva lavorato come tesoriere a Berlino, ha lasciato con rabbia il suo Partito socialista una settimana fa.

Per il presidente del Partito conservatore e leader dell’opposizione Frederick Mers, le elezioni nel Saarland sono un disastro, secondo i critici. L’avversario dell’ex cancelliere Angela Merkel aveva appena conquistato la Cdu, ma doveva ancora trasformarsi in una lista di guida populista. Durante la guerra in Ucraina, i tedeschi premiarono il Partito socialdemocratico al potere con voti aggiuntivi.

READ  Testimoni oculari dell'attentato al teatro di Mariupol: "È stato straziante"

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24