La polizia italiana sequestra milioni dalla villa della famiglia Mazepin

La polizia italiana ha sequestrato lunedì la villa dell’ex pilota di Formula 1 Nikita Mazepin e del padre di servizio Dmitri Mazepin. La famiglia russa è stata nell’elenco delle sanzioni europee dall’invasione russa dell’Ucraina a causa dei suoi legami con Vladimir Putin.

La villa si trova nel nord della Sardegna e porta il nome Rock Ram. Compresi gli articoli per la casa, il valore totale supererà i 100 milioni di euro. I rapporti indicano che l’azione della polizia italiana fa parte di un progetto più ampio Nu.nl. Nei mesi scorsi sono state sequestrate diverse ville e yacht appartenenti ai russi inseriti nella lista delle sanzioni europee. Il valore totale di questo è di 900 milioni di euro.

Inizio controverso

Mazepin ha debuttato in Formula 1 nel 2021 con il Team Haas. Il pilota russo è stato in grande clamore dopo aver pubblicato un video su Instagram poco prima dell’inizio della stagione in cui ha afferrato una donna per il petto. Ha guidato con Mick Schumacher l’anno scorso. A causa della sottoperformance ad Haas, i due hanno dovuto essenzialmente competere l’uno contro l’altro, con il suo compagno di squadra tedesco che ha tirato la goccia più lunga.

Contratto risolto

I due faranno anche parte della rosa americana quest’anno, ma il contratto di Mazepin è scaduto all’inizio di marzo a causa dell’invasione russa dell’Ucraina. Nonostante la decisione della FIA di autorizzare i piloti russi a condizione che rinuncino per iscritto ai legami con il loro paese, Haas ha deciso di scagionare il pilota 23enne. Kevin Magnussen è diventato il suo sostituto.

READ  Due contadini del Brabante nella nuova stagione un contadino cerca una donna

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24