La Polonia espelle 45 diplomatici russi, Mosca minaccia ritorsioni

La Polonia espelle 45 diplomatici russi. Lo ha riferito l’ambasciatore russo presso il ministero degli Affari esteri a Varsavia. Era stato convocato lì questa mattina dopo che i servizi segreti polacchi avevano preparato un elenco di nomi.

Secondo il servizio di sicurezza interna polacco, i russi usano il loro status diplomatico per raccogliere informazioni su questo Stabilità e sicurezza della Polonia e indebolire i suoi alleati. La Polonia ha detto che un certo numero di persone nell’elenco di 45 lavoravano per il KGB e altri avevano stretti legami con esso.

Dopo essere stato convocato al ministero, l’ambasciatore ha affermato che non c’erano basi per queste accuse. “La Polonia lo ha deciso unilateralmente. Hanno il diritto di deciderlo”. In precedenza, un’agenzia di stampa russa aveva annunciato che i russi avrebbero preso contromisure se fossero stati espulsi.

Lo scorso aprile tre diplomatici russi sono stati espulsi dalla Polonia. Poco dopo, i russi, a loro volta, decisero di dichiarare cinque polacchi persona non grata. Succede abbastanza spesso che gli stati espellono i diplomatici, ma 45 è un numero insolitamente grande.

relazioni tese

L’espulsione arriva in un momento in cui le relazioni tra i due paesi sono molto tese a causa della guerra in Ucraina. La Polonia ospita un numero enorme di rifugiati ucraini. Polonia e Ucraina condividono un confine lungo centinaia di chilometri.

Il presidente polacco Duda ha avvertito in anticipo questo mese Che se l’attacco all’Ucraina avesse avuto successo, i russi potrebbero voler entrare in Polonia. È stato poco dopo che la Russia ha lanciato un attacco a un centro di addestramento nell’Ucraina occidentale, non lontano dal confine con la Polonia.

READ  Svezia e Finlandia più vicine alla NATO e Russia che perdono slancio | proprio adesso

La Polonia ha fatto parte della sfera di influenza russa per decenni dopo la seconda guerra mondiale, ma questa si è conclusa dopo la caduta della cortina di ferro nel 1989. La Polonia ha quindi cercato un riavvicinamento con l’Occidente. Il paese è entrato a far parte della NATO nel 1999 ed è entrato a far parte dell’Unione Europea nel 2004.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24