La polvere spaziale e il sole sono tra le incredibili ragioni dell’abbondanza di acqua sulla Terra

“Il sistema di tomografia a sonda atomica della Curtin University è di prim’ordine, ma non è mai stato utilizzato nel tipo di analisi dell’idrogeno che abbiamo fatto qui”, ha detto Daly. “Volevamo assicurarci che i risultati che abbiamo visto fossero accurati”.

“Ho presentato i nostri risultati preliminari alla Planetary and Lunar Science Conference nel 2018 e ho chiesto se c’erano colleghi presenti che avrebbero voluto aiutarci a convalidare i nostri risultati con i loro campioni. Il centro, l’Università delle Hawaii a Manoa e il L’Università della Virginia, ha offerto la Northern Arizona University, la Purdue University, l’Idha National Laboratory e i Sandia National Laboratories si sono tutti offerti volontari per fornirci campioni di metalli radioattivi simili elio e deuterio invece dell’idrogeno.

“I colleghi che ci hanno fornito il loro supporto in questa ricerca sono davvero una squadra da sogno per l’erosione spaziale, quindi siamo davvero entusiasti delle prove che abbiamo raccolto. Possono aprire la porta a una comprensione molto migliore di come appariva il primo sistema solare mi piace.” aggiunse Daly.

“Solo un decennio fa, l’idea che l’irradiazione del vento solare sia rilevante per l’origine dell’acqua nel sistema solare, in particolare che sia strettamente correlata agli oceani della Terra, è stata accolta con grande scetticismo. La prova che l’acqua è prodotta in situ su dipende dalla superficie di un asteroide Il nostro studio fornisce prove crescenti che l’interazione del vento solare con i granelli di polvere ricchi di ossigeno produce acqua”, ha affermato John Bradley.

Bradley è un professore all’Università delle Hawaii a Manoa e uno degli autori del nuovo studio.

“Poiché l’esposizione alla polvere che era sparsa in tutta la nebulosa solare era inevitabile prima dell’inizio dell’accumulo planetario di radiazioni, l’acqua generata da questo meccanismo ha un legame diretto con l’origine dell’acqua nei sistemi planetari e forse anche con la composizione isotopica del Terra”, ha detto Bradley.

READ  I dilettanti scoprono impronte di dinosauri di 200 milioni di anni fa in Galles

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24