La Roma vuole risolvere il problema dei rifiuti prima di Natale, ma funzionerà?

Se visiti solo i luoghi, potresti non notarli spesso. Ma sono anni che danno fastidio ai romani: le strade sono disseminate di spazzatura. In quasi tutti i quartieri, i contenitori dei rifiuti traboccanti diffondono il cattivo odore e attirano gli insetti. I media italiani lo chiamano “stato di emergenza”.

Il motivo per cui Roberto Gualtieri, sindaco della Città Eterna dal mese scorso, sta facendo del problema la sua priorità assoluta. Il politico di sinistra ha stanziato quaranta milioni per una campagna di pulizia una tantum, in cui vuole ridare bellezza a Roma prima di Natale. Ma molti residenti sono scettici.

Strada per strada, quartiere dopo quartiere

“Cominceremo da questa rotonda, e poi proseguiremo lungo Trionville Road in direzione dell’ospedale”, istruisce il capo squadra a una ventina di dipendenti del servizio di raccolta dei rifiuti. Con soffiatori e scope sono pronti a pulire i marciapiedi dalle 11 alle 6: strada per strada, quartiere dopo quartiere. E questo è quasi tutte le sere fino alla fine di dicembre.

“Stasera stiamo rimuovendo i piccoli detriti e le foglie che intasano le fogne e inondano le strade”, spiega il capo squadra. “Durante il giorno, altre squadre svuotano i contenitori e rimuovono le pile di sacchi della spazzatura intorno a loro”.

READ  MI5: "Facebook lancia malintenzionati se adotta la crittografia e2e" - IT Pro - Notizie

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24