La Russia è completamente concentrata sul Donbass, ‘distrutta l’infrastruttura a Severodonetsk’

“Più di due terzi delle case della città sono state distrutte”, ha detto ieri Zelensky in un discorso televisivo durante i combattimenti intorno a Severodonetsk.

feroci battaglie

Da giorni sono in corso pesanti combattimenti intorno a Severodonetsk e la Russia sembra fare guadagni, ma sta attraversando un periodo difficile con le forze ucraine rintanate in trincea. Il generale fuori servizio Mart de Kruif spiega nel video qui sotto quanto sia difficile controllare quest’area:

Ieri, il ministero della Difesa russo ha affermato che l’esercito ha attaccato quasi 40 bersagli aerei nelle ultime 24 ore, inclusi cinque depositi di armi nel Donbass. Inoltre, si diceva che circa 600 bersagli fossero stati lanciati con missili e artiglieria.

operazione militare speciale

Ieri il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che la “liberazione” della regione del Donbas è una “priorità assoluta dell’operazione militare speciale russa” in Ucraina.

Secondo Lavrov, altre regioni ucraine dovrebbero essere in grado di decidere il proprio futuro. Ma il ministro russo prevede che molte altre regioni non saranno certo ansiose di tornare all’autorità del governo ucraino a Kiev.

Presidente a Kharkiv

Dove c’erano pesanti combattimenti nel Donbass, da metà maggio era relativamente calmo a Kharkov, a circa 50 chilometri dal confine russo. Il capo di stato maggiore Zelensky ha dichiarato domenica che circa un terzo dell’area è attualmente occupata dai russi.

Ieri il presidente ucraino si è recato in visita alle forze ucraine nella regione nord-orientale di Kharkov. Questa è stata la prima visita ufficiale di Zelensky fuori Kiev dallo scoppio della guerra in Ucraina.

READ  Ancora una volta, l'ex presidente del Suriname Bouterse è stato condannato a 20 anni di carcere all'estero

“2.229 edifici nell’area sono stati distrutti, ma ripristineremo, ricostruiremo e daremo vita ad essa”, ha detto Zelensky in un video in seguito. Il filmato della visita mostra il presidente che indossa un giubbotto antiproiettile.

Esportazione di grano in Russia

L’Ucraina è uno dei maggiori produttori mondiali di grano, ma dall’inizio della guerra circa 25 milioni di tonnellate di grano non hanno potuto lasciare il Paese. La produzione e le esportazioni devono affrontare seri ostacoli.

Ora, l’agenzia statale russa TASS riferisce che la regione di Kherson, sotto il controllo russo, ha iniziato l’anno scorso ad esportare grano raccolto in Russia. L’Ucraina ha precedentemente accusato la Russia di aver rubato grano dalle aree sequestrate dall’inizio dell’invasione russa.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24