L’apertura del Great James Webb Telescope è in pieno svolgimento

Cominciò il segno dell’ammirazione. Perché mentre un telescopio spaziale vola attraverso il vasto universo, migliaia di parti devono svolgersi correttamente e nel giusto ordine.

Sabato scorso, il giorno di Natale, era il momento: L’attesissimo lancio del James Webb Telescope. E con successo. Perché nonostante le numerose battute d’arresto che il telescopio ha dovuto affrontare negli ultimi anni, il lancio è andato liscio. Ora ha iniziato ad alzare il pollice. Perché il prossimo periodo è un periodo incredibilmente eccitante, in cui migliaia di parti devono essere rivelate correttamente e nell’ordine corretto.

elementi
Il telescopio James Webb è composto da più parti. Al momento del lancio, tutte queste parti sono state accuratamente piegate insieme. Ma mentre il telescopio si dirige verso la sua destinazione finale, appariranno sempre più elementi. Questa non è sicuramente una gara selvaggia. Secondo la NASA, dopo il lancio, le cose potrebbero ancora andare storte a circa 300 punti, affinché il telescopio non funzioni in modo ottimale.

In pieno svolgimento
In questo momento, l’apertura del Great Space Telescope – e quindi un pollice in su – è in pieno svolgimento. I pannelli solari sono stati già rilevati una trentina di minuti dopo il lancio. Questi sono ora completamente distribuiti e funzionano correttamente. Ieri ho seguito le antenne. Utilizzando le antenne, il telescopio spaziale sarà in grado di trasmettere sulla Terra almeno 28,6 gigabyte di dati scientifici due volte al giorno. Inoltre, vengono attivati ​​anche i sensori di temperatura sul telescopio, consentendo ai tecnici di monitorare i sistemi termici del telescopio.

scudo solare
Sempre più parti seguiranno nel prossimo periodo. In particolare, sarebbe emozionante sbloccare l’enorme schermo solare, lungo quanto un campo da tennis. Lo schermo solare è di fondamentale importanza per il lavoro del telescopio. Questo scudo si ripiega come un ombrello intorno agli specchi e agli strumenti del telescopio e protegge, tra l’altro, dal calore del sole gli strumenti a infrarossi altamente sensibili, che devono essere mantenuti estremamente freddi per funzionare. I primi passi per dispiegare lo schermo solare saranno presi oggi.

READ  Wappies e credenti sono un pericolo per tutti noi - Wel.nl

specchi
Un altro momento snervante sarà l’apertura degli specchi. James Webb è dotato di uno specchio principale (costituito da diciotto specchi individuali che lavorano insieme come un unico grande specchio) e uno specchio secondario. Il decimo giorno della missione, lo specchio secondario sarà pronto. Questo specchio è una delle parti più importanti del telescopio ed è essenziale per il successo della missione. Quindi nessun errore può verificarsi durante il rilevamento. Lo specchio si trova su tre barre che si estendono dallo specchio principale allo specchio secondario. Questo piccolo specchio rotondo svolge un ruolo molto importante nella raccolta della luce dallo specchio principale. L’idea è che lo specchio primario raccolga, tra le altre cose, la debole luce delle prime e più lontane galassie. Lo specchio secondario riflette quindi la luce raccolta dallo specchio primario negli strumenti scientifici di bordo di James Webb. È importante che gli specchi siano installati correttamente, perché aberrazioni superiori a 38 nanometri – un millesimo dello spessore di un capello umano – possono causare problemi. Lo specchio primario inizia a dispiegarsi il dodicesimo giorno.


Guarda in questo video quando tutte le parti selezionate vengono espanse.

In totale, James Webb impiegherà 29 giorni per equipaggiare tutte le sue parti. E questo mentre il telescopio si sta dirigendo velocemente verso la sua destinazione finale: un luogo a circa 1,6 milioni di chilometri dalla Terra. Si prevede che sarà un periodo snervante, in cui molte cose possono ancora andare storte. Ma se il telescopio completa con successo il suo viaggio, concluderà ufficialmente la sequenza di propagazione più difficile e complessa mai condotta nello spazio.

READ  Secondo la ricerca, le case di cura difficilmente implementano alcun tipo di rilassamento proprio adesso

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24