L’attivista per il clima Greta Thunberg definisce un fallimento il vertice sul clima di Glasgow | Instagram

In un discorso a migliaia di giovani, Thunberg ha affermato che dietro le quinte i leader dei paesi nordici si rifiutano di agire. Secondo l’attivista per il clima, le potenze globali non stanno facendo nulla per il cambiamento climatico. “Ma non possono ignorarci”, ha detto Thunberg ai giovani.

L’attivista per il clima ha sostenuto che le persone più colpite dai cambiamenti climatici rimangono inascoltate. “Ma i fatti non mentono”, ha detto Thunberg. L’attivista per il clima ha avvertito che per garantire che il riscaldamento globale sia limitato a 1,5 gradi, la società deve cambiare radicalmente. Ha descritto questo come il risultato del continuo fallimento dei leader mondiali nell’affrontare la crisi climatica. “Siamo stanchi di bla bla.”

Migliaia di manifestanti, per lo più bambini e giovani adulti, hanno chiesto più azioni contro il riscaldamento globale con una manifestazione per il clima a Glasgow, dove si sta svolgendo il vertice sul clima COP26. Cartelli e striscioni di protesta con scritte come “È ora di lavorare” e “Non mollare con noi”. Un manifestante di 9 anni spera che “oggi ci sarà un cambiamento”. Secondo la ragazza, “tutti possono fare la differenza” nella lotta al cambiamento climatico.

Secondo un gruppo di ricercatori guidati dall’Agenzia olandese per la valutazione ambientale, i leader mondiali non devono solo ricorrere a nuovi piani per raggiungere gli obiettivi climatici. Se le misure climatiche che si sono dimostrate efficaci finora vengono attuate in modo rapido, ambizioso e globale, potrebbero aiutare a limitare il riscaldamento globale a 2°C. Questo obiettivo è stato concordato al vertice sul clima di Parigi 2015.

Le misure di successo possono aggiungere fino a due terzi della riduzione richiesta delle emissioni di CO2. Il massimo desiderabile di 1,5 gradi di riscaldamento non può essere raggiunto solo con queste misure.

READ  Sette parenti curdi uccisi in Turchia

L’obiettivo climatico di Parigi spesso sembra fuori portata. Ecco perché i ricercatori hanno considerato uno scenario in cui le procedure di successo vengono eseguite più rapidamente. Questo è, dopo tutto, “più politicamente fattibile e più economico nel lungo periodo”. I ricercatori fanno affidamento su “azioni a breve termine orientate a livello nazionale”. Lo scenario presuppone che le misure di successo verranno implementate in tutto il mondo da qui al 2030 e che il prezzo della CO2 verrà introdotto dopo il 2030.

Guarda tutti i nostri video sui cambiamenti climatici qui sotto:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24