Le alternative hanno salvato l’Italia in un drammatico accordo contro l’Austria

(Italia – Austria 2-1). L’Austria ha creato grossi problemi all’Italia, ma i subentrati Federico Chiesa (23) e Matteo Pesina (24) hanno segnato i gol decisivi nel primo turno supplementare.

Aftenposten lavora con VG Sports. Pertanto, come lettore Aftenposten, riceverai anche articoli e servizi forniti da VG.

Ora saranno i quarti di finale dell’Europeo per l’Italia, a Monaco di Baviera contro il vincitore dell’accordo tra Belgio e Portogallo. Ma la squadra di Roberto Mancini ha impiegato molto tempo per raggiungere Wembley sabato sera.

Ci sono voluti ulteriori round e altre due alternative per prendere la decisione. Al 4′ del primo allungamento Chiesa ha una mezza chance, ma l’ha ristretta.

Copia della chiesa del padre

Leonardo Spinazola trova Chiesa con un passaggio in area di rigore. All’inizio sembrava perdere il controllo, ma ha lanciato “tre tocchi per sempre”. Konrad Laimer ha attraversato per primo la palla, toccandola con il piede sinistro in tre modi. La palla è passata oltre il portiere austriaco Daniel Bachmann ed è scivolata oltre il portiere nell’angolo più lontano.

Sono passati esattamente 25 anni da quando padre Enrico Chiesa ha segnato un gol per l’Italia nell’Europeo, quando la squadra ha perso 1-2 contro la Repubblica Ceca nella fase a gironi. La squadra italiana deve ancora riprendersi dalla fase a gironi, ma l’edizione di quest’anno è ancora una delle favorite in arrivo.

L’articolo è stato aggiornato.

Leggi anche

La sensazione che è diventata un colpo di genio

Heritage continua: Federico Chiesa esulta dopo l’1-0. Sono passati 25 anni da quando suo padre Enrico Chiesa ha segnato un gol per l’Italia contro la Repubblica Ceca nelle qualificazioni agli Europei. Foto: Frank Augstein / Piscina AP

Ma hanno dovuto lottare per il progresso. Spinazzola è arrivato secondo nel primo gol, guadagnandosi l’onore della classifica 2-0. Non ha esitato quando ha inserito la palla in area di rigore e l’ha tirata nell’angolo lontano.

READ  Il PSV Eindhoven fa una dichiarazione dopo gli incidenti con il Galatasaray: 'Vietato'

A quel tempo, la maggior parte delle persone probabilmente pensava che l’Austria fosse “finita”, ma resistettero. Prima Gianluigi Donnarumma ha dovuto concludere con un bel tiro di Louis Schaub, e al 114′ Schaub era penultimo prima che Sasa Calajdic strisciasse da una posizione tanto necessaria. Bel gol, ma gli austriaci non si sono avvicinati ai rigori.

La squadra di Mancini ha raggiunto i quarti di finale a Wembley senza perdere una partita dallo 0-1 contro il Portogallo nella Nations League nel settembre 2018. Da allora, i Blues hanno vinto 25 partite e pareggiato cinque volte nei quarti di finale a Londra.

La squadra non subisce gol dall’1-1 contro l’Olanda di ottobre, e da allora sono 11 le vittorie consecutive. Nella fase a gironi dell’Europeo ha battuto Turchia (3-0), Svizzera (3-0) e Galles (1-0)..

Annullato: Marko Arnautovic è stato trovato in fuorigioco quando ha superato di testa Gianluigi Donnarumma contro l’Italia. Foto: Frank Augustin, AFP

Dopo di che, anche l’Italia ha dominato il primo tempo e ha creato solo due occasioni reali. Ma nella ripresa l’Austria comincia a fiorire.

Abolito Arnautovic – “Record”

Il capitano David Alaba ha tentato una punizione appena fuori dall’area di rigore, ma Marko Arnautovic e l’Austria pensavano di passare in vantaggio dopo 65 minuti. Da vicino, Arnautovic ha colpito di testa il portiere italiano Gianluigi Donnarumma da un angolo acuto e ha colpito la rete sopra la traversa.

Ma quando sono state esaminate le foto del VAR, si è scoperto che l’attaccante era scivolato a pochi centimetri dalla testa di Alaba.

Al 74 ° minuto, c’è stato un nuovo dramma con la tecnologia di assistenza video. Il subentrato italiano Matteo Pesina ha colpito Lamar con il gomito sul secondo palo. Ma alla fine è condannato a infiltrarsi a Laimer.

READ  Dove guardare la UEFA Champions League

Colpo massiccio: Ciro Immobile è a pochi centimetri dal portare l’Italia in vantaggio. Florian Grelick (n. 10) e Marcel Sabitzer erano spettatori. Foto: Lawrence Griffiths, Reuters

Fisso con ronzio all’incrocio

L’Italia ha dominato gran parte del primo tempo, ma non è riuscita a segnare. Il più vicino è stato Nico Barilla quindici minuti dopo. Bachmann ha bloccato con successo lo scaffale più alto – con il piede – con un tiro da 15 yarde.

Ma Bachmann non ha potuto fare a meno di guardare impotente quando Ciro Immobile ha colpito qualcosa di sorprendente da 25 metri dopo mezz’ora di gioco. Ha colpito con il destro, la palla ha attraversato la traversa ed è uscita.

Avviso! L’Italia incontrerà il vincitore della sfida di domenica tra Belgio e Portogallo. Venerdì prossimo si disputeranno a Monaco di Baviera le partite dei quarti di finale.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24