Le aspettative di inflazione danno speranza – Executive Finance –

Le aspettative di inflazione a lungo termine rimangono sorprendentemente stabili, afferma DWS Asset Manager.

“La Banca centrale europea sta lanciando denaro su larga scala per combattere la deflazione e alimentare l’inflazione? Sembra passato un secolo”, afferma DWS. “Ora tutto dipende davvero dall’inflazione. Rimane interessante vedere quali cose corrono parallelamente all’inflazione e quali no. Ad esempio, nei prossimi 10 anni, le aspettative di inflazione nei mercati finanziari saranno più o meno uguali all’inflazione core”.

Ma queste aspettative non sono in linea con l’aumento dei tassi di inflazione in tutto il mondo, il che preoccupa molti, afferma DWS. Quest’ultimo ha spinto il tasso di inflazione atteso a 10 anni da ben al di sotto del 2% prima dell’invasione russa al 3% alla fine di aprile. Si tratta di un aumento significativo in un periodo di tempo relativamente breve ed è visto dai banchieri centrali come preoccupante”.

a nuovi massimi

Ma mentre l’inflazione stessa sta salendo a nuovi massimi, le aspettative di inflazione sono nuovamente diminuite dal 3 al 2,3 per cento. DWS: “Se si sottrae questo numero alle aspettative di inflazione elevata per il 2022 e il 2023, l’inflazione totale per il periodo dal 2024 al 2032 si attesta a circa il 2%. La Banca centrale europea può conviverci”.

Nessuna speranza di miglioramento

La riunione di emergenza della Banca centrale europea della scorsa settimana mostra che la banca centrale è ancora lontana dalla sua zona di comfort, afferma il DWS. Questo timore è dovuto principalmente all’andamento dei tassi di interesse nella periferia dell’Eurozona. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni è già passato dall’1,2 per cento a oltre il 4 per cento quest’anno. Inoltre, la BCE sa che i cittadini ora sono preoccupati per i prezzi e non pensano al lungo termine. Il motivo per cui i consumatori non sono interessati alle aspettative di inflazione. Tuttavia, un moderato aumento delle aspettative di inflazione dovrebbe dare ai consumatori, alle banche centrali e agli investitori qualche speranza di miglioramento”.

Leggi anche
Gli uomini d’affari non ignorano la lotta all’inflazione
Rabobank prevede una moderata recessione a causa dell’elevata inflazione

Segui Executive Finance su LinkedIn!

READ  Angelo Sodano (1927-2022): I titani del bene e del male della Chiesa

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24