L’Europa (e il Belgio) gioca un ruolo di primo piano nel riempire il tesoro della guerra russa

Le sanzioni occidentali contro la Russia, imposte dopo l’invasione dell’Ucraina, hanno indubbiamente fatto male. Il Paese, però, guadagna ancora una fortuna esportando combustibili fossili: quasi 1 miliardo di euro al giorno. L’Europa e il Belgio in particolare hanno un ruolo da svolgere.

Tra il 24 febbraio e il 3 giugno, la Russia è riuscita a depositare sul conto almeno 93 miliardi di euro, provenienti dalle spedizioni di gas e petrolio. Questo è ciò che ha inventato il think tank finlandese CREA (Centro di ricerca sull’energia e l’aria pulita). Il 61 per cento, o 57 miliardi, proviene da paesi europei. Con questi soldi la Russia può continuare a finanziare l’invasione dell’Ucraina: 930 milioni di euro provengono ogni giorno dalle esportazioni di carburante, mentre la guerra è “solo” ogni giorno. Costerà 840 milioni† Quella notizia di Newsweek.

dopo 100 giorni Cina Con 12,63 miliardi di euro il più grande acquirente di gas e petrolio russo. Anche alcune altre potenze asiatiche, come la Corea del Sud, il Giappone e l’India, sono classificate al 15° posto. Tuttavia, gli altri undici paesi sono tutti membri dell’Unione Europea e la Germania è in testa.

tipi di carburante

Quando si guarda al tipo di combustibili fossili esportati dalla Russia, il petrolio greggio è in cima alla lista: quasi la metà delle entrate derivanti dalle esportazioni di combustibili proviene dalla materia nera. Anche il gas naturale, che rappresenta circa un quarto, sta generando molti soldi per il Paese. Vengono esportati anche prodotti petroliferi di scarto, come benzina o diesel, gas liquefatto e carbone, ma i rendimenti sono inferiori.

Il nostro paese gioca astutamente. CREA osserva che il Belgio, così come la Francia e i Paesi Bassi, si concentrano su consegne a breve termine, solitamente acquistate con uno sconto. “L’acquisto di GNL e petrolio greggio nel mercato spot è quindi considerato indipendente dalle consegne prestabilite ed è quindi un segno di una decisione di acquisto attiva”, ha scritto. il rapporto dal centro del pensiero.

READ  "Sarebbe stata una buona idea parlare con i Paesi Bassi per una settimana prima del campionato europeo di hockey" | Leoni rossi

Porto di Anversa Bruges

Questo pone il nostro Paese al secondo posto in termini di acquisto di GNL, GNL che viene trasportato via mare. Dobbiamo solo dare la priorità al nostro vicino meridionale, la Francia. In totale, il Belgio (o le società belghe) hanno ordinato 427 milioni di euro di GNL, petrolio e prodotti, che sono stati consegnati in otto navi.

Le principali destinazioni del greggio sono anche i porti di Rotterdam e Anversa. Pertanto, questi porti ospitano le più grandi raffinerie europee, comprese Total e Shell. Il porto di Anversa è al primo posto tra i porti con le maggiori importazioni di prodotti petroliferi usati, mentre Zeebrugge (recentemente fusa con Anversa) è in cima alla lista dei porti di importazione di GNL.

Non ancora in fila

Sebbene l’Unione Europea stia cercando di diventare più indipendente dai combustibili fossili russi, i diversi paesi non sembrano ancora essere sulla stessa linea. La Polonia ha rifiutato di pagare le forniture di gas in rubli e il gigante del gas Gazprom continua a rifiutarsi di rifornire il Paese. Bulgaria e Finlandia in seguito non ricevono più gas russo. Almeno, non direttamente: parte del gas di Gazprom entra ancora nei paesi attraverso i paesi vicini.

Tuttavia, sempre più paesi occidentali stanno lavorando per eliminare gradualmente o addirittura vietare completamente l’importazione di energia russa. È già in vigore un divieto negli Stati Uniti e in Canada e il Regno Unito sarà pronto entro la fine di quest’anno Eliminazione graduale del petrolio russoL’Unione Europea ha già fatto un passo simile. Ad agosto sarà vietata l’importazione di carbone russo ea dicembre seguirà il petrolio marittimo.

READ  Leggi di nuovo | 1545 nuovi feriti, e la situazione per il premier lussemburghese è "grave, ma stabile" Corona virus

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24