L’Europa interviene e l’Olanda lancerà presto un porto franco per gli asset esteri sospetti | all’estero

videoI Paesi Bassi presto non saranno più un rifugio gratuito per discutibili attività estere. In circa due anni, nessun grande criminale, oligarca russo o gruppo terroristico sarà in grado di nascondere il proprio capitale o proprietà senza rivelare la propria identità.

La nuova normativa antiriciclaggio approvata dai due maggiori gruppi al Parlamento europeo renderà tutto ciò impossibile. Le regole più severe si applicherebbero ovviamente in tutta Europa, ma avrebbero un grande impatto su di essa, in particolare nei Paesi Bassi, afferma Paul Tange, specialista fiscale di PvdA.

“Siamo uno dei depositi di beni illegali più importanti al mondo. In una classifica come il Financial Secrecy Index, i Paesi Bassi sono al 12° posto, anche davanti alle Isole Cayman”. È così da tempo, ma con le sanzioni dell’Ue contro la Russia il mondo intero non vede l’Olanda: finora (13 maggio) sono stati congelati un po’ 640 milioni, nel cui patrimonio, secondo il Centro russo. La banca è di 50 miliardi di dollari.

Tang: Semplicemente perché nei Paesi Bassi non sappiamo chi possiede cosa. E a quanto pare ancora non voglio saperlo. Questo ti fa credere che con pochi giorni di scavi, i giornalisti investigativi possono collegare fino a 45 miliardi di beni russi nei Paesi Bassi a persone e organizzazioni sanzionate, mentre le autorità ufficiali no. Se queste autorità non riescono a trovare quei soldi, puoi controllare i soldi delle bande criminali o delle organizzazioni terroristiche. I Paesi Bassi sono stati ripetutamente rimproverati da Bruxelles per la loro inerzia, che non ha impedito al VNO/NCW di chiedere un ritardo nell’obbligo di registrazione due giorni prima dell’invasione russa dell’Ucraina”.

READ  Il "desiderio del cuore" del veterano olandese di 102 anni si è avverato di nuovo


citazioni

I Paesi Bassi sono stati ripetutamente rimproverati da Bruxelles per il loro lassismo

Specialista fiscale PvdA Paul Tang

Se dipendesse da Tang e dal collega ceco Ludek Niedermayer, l’Europa ora organizzerebbe ciò che quattro casse di Rutte non hanno organizzato: mappare le risorse in modo molto preciso e collegarle a persone le cui identità sono note. I record saranno presto utilizzati per registrare chi possiede la quantità di capitale, immobili e beni di lusso. Questo sarà supervisionato da una nuova autorità europea da istituire. Una persona non registrata non può aprire un conto bancario o acquistare immobili. Chi non denuncia o non fornisce una dichiarazione errata rischia pesanti sanzioni e ripete infrazioni anche maggiori. Anche sui trust esteri desiderosi di fare affari in Europa, un punto che Steve Block aveva già riscontrato nella sua breve carriera di coordinatore delle sanzioni, proprietari (“Proprietari beneficiari”‘) Essere famoso. Il limite per le azioni pubblicitarie nella società sarà ridotto al 5 per cento. Tang: Questo è ora il 25 percento. Se ci sono cinque di voi che possiedono un’attività, non c’è davvero alcun obbligo di notifica”.

Il record, che i due giornalisti potrebbero utilizzare come catalizzatore per un registro immobiliare globale, renderà presto impossibile per i russi o i clan criminali nei Paesi Bassi detenere capitali anonimi o possedere case sui canali, yacht di lusso, jet privati ​​o auto veloci. Gioielli e arte per il prossimo round. Separatamente, verranno introdotte anche regole più severe per dare all’enorme portata degli intermediari – banche, notai di diritto civile, avvocati, specialisti fiscali e grandi società di contabilità, a volte molto utili per nascondere il capitale – un certo senso di standard.

“Le misure antiriciclaggio sono forti quanto l’anello più debole”

Le misure antiriciclaggio e di finanziamento del terrorismo sono forti quanto l’anello più debole, che si tratti di un Paese, di un’istituzione o di un settore economico. Tang si aspetta che il Parlamento finalizzi il disegno di legge quest’anno, dopodiché lui e Niedermayr avvieranno negoziati con gli Stati membri a nome del Parlamento. Grazie a Putin, Tang: “La sua guerra ci ha sicuramente aiutato”, la nuova normativa antiriciclaggio potrebbe entrare in vigore in Europa nel 2024.

reagire Può essere trovato in fondo a questo articolo. Solo commenti con a Nome e cognome posizionato. Lo facciamo perché vogliamo discutere con persone che supportano ciò che dicono e che ci mettono il loro nome. Se hai ancora bisogno di inserire il tuo nome, puoi farlo cliccando su “Accedi” in alto a destra del nostro sito.

Guarda i video delle notizie più visti nella playlist qui sotto:

Paolo Tang. © ANP/AFP

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24