Liberato in Libia il figlio dell’ex dittatore Gheddafi

Durante la violenta rivolta che ha ucciso suo padre nel 2011, ha guidato le forze di sicurezza del paese. Circa un mese prima che suo padre venisse giustiziato, fuggì nel vicino Niger.

Sebbene quel paese abbia inizialmente concesso ad Al Saadi e alla sua famiglia asilo per motivi umanitari, è stato espulso nel suo paese di origine nel 2014 per non aver rispettato le condizioni. È stato assolto nel 2018 dall’omicidio di un calciatore critico, ma è ancora sotto processo per il suo ruolo nel regime di suo padre.

Quando ha annunciato il rilascio, il primo ministro Dabaiba non ha detto perché Saadi fosse stato rilasciato ora. Ha semplicemente twittato che “il paese non può andare avanti senza riconciliazione”. I media locali hanno riferito che il giudice lo ha assolto dall’accusa di illeciti durante la primavera araba.

Ambizioni presidenziali

Gheddafi aveva otto figli, i quali avevano tutti un ruolo nel suo regime. Suo figlio Mutassim è stato ucciso poco dopo che suo padre è stato trovato nascosto da una folla inferocita. Altri due figli erano morti durante la guerra civile.

Saif al-Islam, il figlio maggiore e presunto successore, è già stato rilasciato dalla Libia nel 2017. Avrà l’ambizione di partecipare alle elezioni presidenziali che il Paese vuole tenere a dicembre.

READ  Un uomo d'affari americano è stato condannato a 5,5 anni di carcere con sospensione della pena da un giudice russo | all'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24