Linda de Mol su “Tutto è in tavola”: “Non consiglierei di farlo da soli”

Ha 10 anni

Tutto è in tavola È la versione olandese dell’italiano Persone completamente estranee. Durante una cena calda, un gruppo di amici decide di fare un gioco. Tutti accettano di condividere tra loro tutti i messaggi in arrivo sul proprio telefono.

“Linda, mi è piaciuto molto questo film, ma ho anche 10 anni”, ha esordito la conduttrice. Continuavo a ripetermi: è una fantasia! Ma l’ho capito perfettamente sono rilassato di.”

Genk van de Mol vuole sapere: “Lo farai da solo?” “All’inizio ho pensato: sì, certo! Se non tradisci il tuo uomo e non accendi le cose, cosa diavolo potrebbe esserci nel tuo telefono che potrebbe rovinare le amicizie?”

‘Mai nella mia vita’

Ma il film le fa capire che i messaggi di tutti contengono una potenziale bomba per le relazioni. “Tale tipo abjj Puoi anche venire da me. Gossip, una dichiarazione negativa su qualcuno della tua famiglia”, spiega de Mol. “Tutto può fare graffi nelle relazioni”.

Il co-leader Crutzen ha osato: “Ho una vita molto noiosa, sono una donna molto noiosa”, ride Jinek. Nasr è d’accordo con de Mol: “Mai in vita mia”.

etichetta

Jinek ha anche realizzato durante il film: “Siamo così attaccati a questi dispositivi. Che male possono fare”.

“In realtà”, risponde Crutzen, “penso che gli algoritmi dietro di loro mi conoscano più di quanto io conosca me stesso. Ho appena partorito e poi ho dovuto perdere peso subito, e il mio telefono me lo avrebbe detto”.

“In realtà, penso che ci debba essere una sorta di etichetta per affrontare questa cosa nel tempo”, pensò ad alta voce de Mol. “Non possiamo essere d’accordo che solo quando hai una nuova baby sitter per tuo figlio controlli una volta all’ora se tutto va bene?”

READ  Confermato ufficialmente il calendario della Formula 1 per il 2022: 23 gare, ...

Siti di aste

Jenk ammette: “Ho anche mille fretta e motivi per pensare: dovrei guardare ora”. “La cosa peggiore è che tuo figlio chieda due volte perché stai guardando il tuo telefono. Questo è quello che pensi: inadatto alla genitorialità. “

“Sono costantemente al telefono; è orribile”, ammette ora Nasr. “A volte aspettavamo Ramsey durante le riprese”, condivide Crutzen. “Perché poi verrà visualizzato di nuovo sul sito dell’asta.” Non è una situazione sconosciuta per l’attore: “Una volta ho perso Iqbal a uno spettacolo perché stavo facendo un’offerta”, ammette ridendo.

Tutto sul tavolo si può vedere nei cinema a partire da giovedì prossimo.


Leggi anche
Linda de Mol condivide i segreti del suo telefono: “Dopo il gossip ha chiarito le cose, solo per essere sicura”

parte di jink Guardando indietro? quale può Qui.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24