L’Italia arresta una donna di 70 anni di mafia napoletana

Le autorità italiane hanno arrestato una donna di 70 anni della mafia napoletana. Si tratta di Maria Licciardi che stava andando in Spagna. A causa della sua bassa statura, è anche conosciuta come “Piccola” con soprannomi come “La Madrina” (madrina) e “Bloody Mary”.

Limeardi è stato arrestato all’aeroporto di Roma mentre controllava i suoi bagagli. Aveva in programma di recarsi a Malaga, dove vive sua figlia. “Non si è mossa quando le autorità l’hanno arrestata e le hanno mostrato un mandato di cattura”, ha riferito l’agenzia di stampa italiana ANSA.

Licciardi, 70 anni, è la sorella di Jennaro Licciardi, un leader famigerato Casta Dentro Camora, la mafia a Napoli. Morì in carcere nel 1994.

è sotto controllo

Presumibilmente, Maria, che ora è in arresto, ha assunto la guida insieme ai membri della famiglia. Era uno dei criminali più ricercati d’Italia ed è stato arrestato nel 2001 dopo essere scomparso per due anni per reati di mafia.

Dopo aver scontato la pena, è stata nuovamente rilasciata nel 2009, ma non ha voluto fermarsi. Secondo il quotidiano la polizia di Napoli sospetta Stampa Quella “La Matrina” ha ripreso il controllo. Sarebbe stata in buoni rapporti con altri clan Kamora.

La mafia napoletana guadagna principalmente contrabbando di droga, estorcendo denaro a imprenditori locali e ottenendo appalti pubblici.

READ  I media italiani sulla rivale del Campionato Europeo: "L'Italia non è più favorita contro il Belgio o il Portogallo" Campionato Europeo di Calcio

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24