L’Italia è la favorita di Trento ai Mondiali: “Non abbiamo né van Airt né van der Boyle”

La Vulta di Matteo Trent è fuori dall’Espana, ma domenica sarà al via degli Europei. Insieme al Mondiale tra due settimane, questi i principali obiettivi degli italiani in autunno. Se vogliono puntare al successo con la nazionale, dipendono dalla federazione, aggiunge Notizie sul ciclismo In

La squadra degli Emirati Arabi Uniti di Trento, 32 anni, ha guidato una solida Volda per conto degli Emirati, in cui è arrivato secondo, terzo e quarto in diverse fasi. Questo lo ha portato al quarto posto in classifica, ma Vulta era sicuramente una partita per rimettersi in forma per l’Europeo e il Mondiale. “Non so se questo è il prodotto migliore, ma sono uscito bene dalla prima parte di stagione, mi sono allenato bene. Non mi sento sul tetto o stanco, quindi sono contento dove mi trovo ora. Per me, si tratta davvero del Campionato Europeo e della Coppa del Mondo. . ‘

Ai Campionati Europei, Giovanni Aleotti, Andrea Bagioli, Matteo Catanio, Sonny Colbrelli, Filippo Khanna, Gianni Moscon e Diego Ulyssi si uniranno a Trento nella corsa su strada di domenica. Su un sentiero collinare, Peloton deve scalare 3,6 chilometri otto volte al 4,7 percento. Gli italiani sembrano avere buone possibilità con un Colbrelli in buona forma e altri piloti in grado di gestire bene il lavoro.

‘Possiamo essere tra i favoriti’

Tuttavia, Trent si sta concentrando ancora di più sulla Coppa del Mondo a Lovanio (Belgio) tra due settimane. Con lo stesso tipo di selezione, la squadra spera di provare a vincere lì, anche se Trent sa bene di non essere il numero uno in casa. “Possiamo essere tra i favoriti. Ovviamente non abbiamo Van der Boyle o Van Airt, ma come collettivo possiamo farcela. Lo abbiamo fatto prima, portiamo sempre il nostro leader alla fine. Non so chi il leader è. Questa è ancora una domanda per l’allenatore della nazionale. , Abbiamo una squadra molto forte. Dobbiamo decidere in anticipo cosa faremo perché non possiamo fare tutto. Ecco perché è così importante sapere chi farà cosa.’

È arrivato secondo dietro a Trento ai Mondiali 2019 di Harrogate. Dopo che Matthew van der Boyle si è rotto in finale, è stato sconfitto da Mates Pederson in caso di maltempo. Gli italiani si aspettano che il tempo giochi ancora un ruolo importante durante la Coppa del Mondo di quest’anno. Sono andato in Belgio per spiare e sarebbe stata una gara super tecnica. Il tempo gioca un ruolo importante nello svolgimento della gara. È tecnico e pesante, ma mi piace. Non sarebbe sorprendente se una squadra numerosa saltasse fuori, e se diventasse un gruppo sempre più piccolo nella finale, ci sarebbe sempre attacco. ‘

READ  L'Italia alla finale dell'Europeo dopo i calci di rigore contro la Spagna

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24