L’Italia inasprisce le regole del Corona per le persone non vaccinate in vista delle feste di fine anno

L’Italia sta rendendo la vita ancora più difficile alle persone non vaccinate in questo periodo natalizio. Perché da lunedì 6 dicembre le persone non vaccinate non potranno più entrare in ristoranti, teatri e musei. Con questo, il governo italiano spera di prevenire la diffusione del coronavirus, in particolare la nuova variante di Omicron, e di incoraggiare tutti gli scettici alla vaccinazione a ottenere comunque i loro vaccini.

La polizia italiana può, e forse d’ora in poi, controllare se i clienti di ristoranti e bar hanno una “super” tessera sanitaria verde, che indica che sono stati vaccinati contro il coronavirus o si sono recentemente ripresi dal virus. E le persone che sono risultate positive al Covid-19 solo per pochi giorni non potranno andare a concerti, cinema o spettacoli. Le autorità hanno inoltre introdotto un pass sanitario “essenziale” obbligatorio, ottenibile con un corona test negativo, per l’utilizzo dei mezzi pubblici e la registrazione alberghiera. Queste misure si applicheranno fino al 15 gennaio 2022, scrive New York Post.

severi controlli

E nella capitale, Roma, decine di agenti di polizia sono stati schierati per controllare le corsie verdi e identificare i passeggeri alla stazione degli autobus. Ad esempio, un rom di 50 anni è stato il primo a essere multato di 400 euro dopo essere sceso dall’autobus alla stazione Flaminio Nord senza il permesso sanitario “di base”, ha affermato Stefano Napoli, sostituto del capo della polizia municipale di Roma.

Il numero di nuovi contagi in Italia è aumentato gradualmente nelle ultime sei settimane, anche prima che emergessero preoccupazioni sulla nuova alternativa all’omicron. Questa è una tendenza preoccupante poiché gli italiani non vedono l’ora che arrivino le festività natalizie e le vacanze di Natale per trascorrere del tempo con amici e familiari. Perché tali celebrazioni l’anno scorso erano impossibili a causa del forte aumento degli infortuni Corona. Questo era prima che i vaccini fossero ampiamente disponibili.

READ  Leclerc sui problemi al motore Ferrari: 'Niente di grave'
La polizia italiana controlla i codici QR per i passeggeri e conferma che le persone hanno ricevuto il vaccino Covid-19, alla stazione degli autobus Brignole a Genova, in Italia, il 6 dicembre 2021 – Fonte: Luca Zennaro / Zuma Press / Isopix

altri paesi europei

Mentre la Germania e l’Austria vogliono rendere obbligatoria la vaccinazione, l’Italia sta ora imponendo maggiori restrizioni al loro tempo libero per le persone non vaccinate durante il periodo più comodo dell’anno. Questo mentre i cittadini che sono stati vaccinati possono esercitare la loro attività in un modo o nell’altro. In vista delle festività natalizie, da oggi, lunedì 6 dicembre, la Svizzera consentirà agli organizzatori di eventi di respingere chiunque non sia stato vaccinato contro il virus Corona o non si sia ancora ripreso dalla malattia. Inoltre, la Svizzera annulla l’obbligo di quarantena per tutti i viaggiatori stranieri. La Svezia ha introdotto un certificato di vaccinazione digitale contro il Covid-19 per eventi al coperto con più di 100 persone a partire dal 1° dicembre.

Il 12 novembre 2021, i danesi hanno riutilizzato il Corridoio della Corona. Chiunque abbia più di 15 anni deve essere in grado di mostrare questa carta quando si entra in locali notturni, caffè, autobus per feste e ristoranti al coperto, nonché in occasione di eventi al coperto con più di 100 persone. Lo stesso vale per gli eventi all’aperto, dove il numero di visitatori supera i 1.000.

Vaccinazioni, vaccinazioni e vaccinazioni

Il tasso di vaccinazione in Italia è superiore a quello dei paesi limitrofi: è stato vaccinato l’85% della popolazione ammissibile di età pari o superiore a 12 anni e il 77% della popolazione totale. Ma sembra che le persone di età compresa tra 30, 40 e 50 anni siano le più riluttanti a vaccinare. Ad esempio, quasi 3,5 milioni di italiani non hanno ancora ricevuto la prima dose. Secondo Silvio Brusaferro, direttore dell’Istituto Superiore di Sanità, sono anche la fascia di età più colpita in questo momento dal virus.

READ  Cosa significa essere europeo?

Il Ministero della Salute italiano afferma che le vaccinazioni, insieme al comportamento delle persone, compreso l’uso della mascherina in luoghi affollati (al chiuso e all’aperto), sono la chiave per arginare l’attuale infezione da corona. Il ministero attribuisce ancora al livello relativamente alto di immunizzazione in Italia uno dei motivi per cui la curva dei contagi non è attualmente così ripida come lo scorso inverno. A quel tempo, furono imposte restrizioni molto rigide a causa della propagazione della variabile delta.

“Ovviamente, dopo due anni di epidemia, non saremo in grado di chiudere le scuole così facilmente per riprendere l’insegnamento online o chiudere l’economia”, ha affermato Gianni Raza, direttore della prevenzione dei virus presso il Ministero della Salute. Ecco perché si può cercare di contenere la diffusione del virus entro certi limiti attraverso misure Corona facili da seguire e mantenere, nonché il corretto utilizzo della tessera sanitaria. “Allora scommettiamo sulle vaccinazioni”, ha detto Reda.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24