L’Italia potrebbe partire con un Piano di risanamento da 24,9 miliardi

Bruxelles (AP) – La Commissione europea ha trasferito all’Italia 24,9 miliardi di euro dal fondo provvisorio di risanamento europeo Corona. Questo denaro è destinato a prefinanziare i progetti del programma di recupero italiano. Il Paese dell’UE, più colpito dall’epidemia, può aspettarsi un totale di 19 191,5 miliardi di finanziamenti, di cui 68,9 miliardi di euro di sussidi e 122,6 miliardi di debiti positivi.

Quindi l’Italia è in cima alla classifica a pieno titolo del Recovery Fund istituito da 27 capi di Stato lo scorso anno. Hanno convenuto che almeno il 37% sarebbe stato speso per il cambiamento climatico e il 20% per la digitalizzazione.

Da aprile, 25 Stati membri hanno presentato a Bruxelles i loro piani di risanamento e 16 paesi li hanno già integralmente ratificati. Hanno diritto a prefinanziare fino al 13% dell’importo che ricevono secondo una specifica formula di distribuzione. All’inizio di questa settimana, la Grecia ha ricevuto 4 dei 30,5 miliardi di euro a disposizione del paese. All’inizio di questo mese, Belgio, Portogallo e Lussemburgo sono stati i primi paesi dell’UE a ricevere denaro, per un totale di quasi 3 3 miliardi.

Attuare le riforme

In cambio degli aiuti, i paesi devono attuare varie riforme per rafforzare le loro economie, come l’adeguamento del sistema fiscale o del mercato del lavoro. I programmi sono stati concordati con il comitato per attuare i piani. I pagamenti dei seguenti importi sono collegati in conformità con gli accordi.

Solo i Paesi Bassi e la Bulgaria devono ancora presentare un piano di risanamento. L’Aia vuole aspettare l’arrivo di un nuovo governo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24