L’Italia riduce la sua dipendenza dalla Russia con più gas dall’Algeria

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi.foto di Reuters

L’anno scorso, 21 miliardi di metri cubi di gas erano già passati sotto il Mar Mediterraneo dall’Algeria all’Italia. Ma la pipeline TransMed ha ancora una capacità non sfruttata che rende possibile un rapido ridimensionamento. Con circa 29 miliardi di metri cubi, la Russia è stata il più grande fornitore di gas all’Italia negli ultimi anni e l’Algeria espellerà i russi.

L’accordo è un passo importante nel piano del governo Draghi di ridurre a zero le importazioni di gas russe. Ora l’Italia rimane uno dei maggiori importatori di gas russo in Europa e il 40 per cento del consumo italiano di gas negli ultimi anni proveniva dalla Russia. Il gas è la principale fonte di energia in Italia e rappresenta quasi la metà del consumo energetico totale dell’Italia.

“Umm Salam Aria Condizionata”

Dallo scoppio della guerra in Ucraina, il governo ha reso prioritario il disaccoppiamento del gas russo. Poi Draghi ha sottolineato di ritenere comunque necessaria la diversificazione delle fonti energetiche italiane, indipendentemente dal fatto che Putin possa chiudere il rubinetto del gas. Ora c’è un piano in base al quale l’Italia non avrà bisogno di gas dalla Russia entro tre anni.

immagine vuota

L’Italia discute con l’UE per un tetto massimo del prezzo del gas, ma altri paesi, inclusi i Paesi Bassi, sono riluttanti. Temono che i fornitori di gas, inclusa la Russia, non forniranno più gas all’Europa.

La scorsa settimana, durante una visita di Mark Rutte alla Roma, Draghi non è riuscito a convincere il connazionale olandese del beneficio del cap sul prezzo del gas, anche se Rutte non ha escluso del tutto l’opzione.

Draghi ha anche affermato di recente che non si sarebbe opposto a un divieto totale del gas dell’UE dalla Russia. “Siamo in linea con quello che l’Unione Europea considera lo strumento più efficace per raggiungere la pace”, ha detto alla stampa italiana. “Cosa preferisci: pace o aria condizionata?”

Investire in Algeria

Non sarà così veloce la prossima estate, perché il gas russo continuerà a fluire e l’Italia ha scorte sufficienti fino alla fine di ottobre. Tuttavia, la refrigerazione dell’estate successiva potrebbe semplicemente essere stata importata dal Nord Africa. L’Italia non solo acquisterà più gas in Algeria, ma investirà anche in energie rinnovabili, secondo fonti del governo italiano. In questo modo, il paese ha più gas da esportare.

“Abbiamo dovuto diversificare prima”, ha ammesso domenica il ministro degli Esteri Luigi Di Maio prima della sua visita in Algeria, a cui partecipa anche lui. “Ma fortunatamente abbiamo molti partner e amici nel mondo”. Il mese scorso, oltre all’Algeria, Di Maio si è recato in Qatar, Angola, Mozambico, Congo e Azerbaigian per discutere di ulteriori forniture di gas.

Il quotidiano economico osserva che non è chiaro per quanto tempo le spedizioni di gas aggiuntive dall’Algeria saranno una soluzione El solo 24 crudo occupazione. La società del gas algerina Sonatrach ha annunciato all’inizio di aprile di avere “qualche miliardo” di gas aggiuntivo disponibile. Nei prossimi quattro anni, l’azienda spera di aprire nuovi giacimenti di gas per raddoppiare la produzione.

READ  Martedì il ministro degli Esteri russo non ha gradito le sanzioni dell'UE

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24