L’Italia riversa 700 milioni di euro nel settore turistico

La Commissione Europea ha approvato il pacchetto di salvataggio di 698 milioni di dollari Usa che il governo italiano prevede di investire per mitigare l’impatto economico della crisi del Corona sulle imprese del settore turistico. Margrethe Vestager, Commissario Europeo per la Concorrenza.

Il settore turistico in Italia contribuisce per il 6 per cento al PIL. Ciò rappresenta 93 miliardi di dollari. A causa dello scoppio della pandemia di Corona, molte agenzie di viaggio, tour operator e hotel hanno dovuto affrontare urgenti esigenze di liquidità.

Potere dell’uomo

I problemi non solo minacciano la sopravvivenza delle imprese, ma possono anche portare alla penetrazione della criminalità organizzata nel settore.

Margrethe Vestager, Commissaria europea alla Concorrenza, ha confermato che “le aziende operanti nel settore turistico hanno assistito a un calo significativo dei loro ricavi a causa dello scoppio della crisi del Corona e delle misure restrittive adottate per combattere la diffusione del virus Covid-19”.

“L’iniezione finanziaria consentirà all’Italia di supportare queste società aiutandole a soddisfare le loro esigenze di liquidità e garantendo la continuità delle loro attività”.

Grazie all’approvazione della Commissione Europea, l’Italia può sostenere il proprio settore turistico con sussidi diretti ed esenzioni fiscali. Tuttavia, gli osservatori avvertono che l’attività turistica in Italia potrebbe dover affrontare una carenza di manodopera quest’estate.

dipendenti stranieri

Secondo il Ministero del Turismo, alberghi e ristoranti dovrebbero impiegare tra i 300.000 ei 500.000 dipendenti. Massimo Garavaglia, ministro del Turismo italiano, ha suggerito di aprire le porte ai lavoratori stranieri. Tuttavia, il suo partito, Lega Nord, da anni si batte per limitare il più possibile i flussi di lavoratori provenienti da altri paesi.

READ  L'Occidente impone nuove sanzioni alla Russia

L’Italia prevede di ricevere 92 milioni di turisti quest’anno. Ciò rappresenta un aumento del 35 per cento rispetto allo scorso anno. Lo afferma un rapporto dell’istituto italiano di ricerca sul turismo Demoscopes. Il paese dovrebbe registrare circa 343 milioni di pernottamenti quest’anno.

demoscopico I rapporti indicano uno sviluppo positivo, ma confermano che il settore turistico italiano non si è ancora completamente ripreso dalla violenta reazione alla crisi del Corona. Rispetto a tre anni fa, prima della pandemia, il numero di turisti è ancora in calo del 29,6 per cento.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24