Lo scalatore francese ottiene la metà delle gemme da un dispositivo d’urto dopo otto anni

Otto anni dopo, un alpinista francese acquistò metà della grande quantità di gemme che trovò sul Monte Bianco. L’altra metà va a Chamonix, ai piedi delle gigantesche Alpi.

Ognuna delle due parti vale circa 150mila euro ed è composta da smeraldi, zaffiri e zaffiri. Dal 2013, Chamonix ha cercato di trovare la famiglia del proprietario delle pietre, ma senza successo.

È possibile che i gioielli appartenessero a una delle vittime di un incidente aereo nel 1966. Poi un aereo dell’Air India si è schiantato sui fianchi della montagna. Tutte le 117 persone a bordo sono state uccise. Nel 1950, un aereo dell’Air India si schiantò più o meno nello stesso luogo.

nel 2013 Un alpinista francese trova una cassa di metallo Ha il logo dell’Air India. Si scopre che ci sono gemme in esso. L’alpinista ha deciso di non tenere la gemma, ma di portarla alla polizia. Il ricercatore desidera rimanere anonimo.

Posta diplomatica e giornali

Nel corso degli anni sono stati trovati altri resti di voli precipitati. Nel 2012 sono stati trovati nove chilogrammi di posta diplomatica. Ci sono venuto l’anno scorso Giornali in buone condizioni sopra l’acqua. Giacevano da anni nel ghiaccio sciolto di recente. Le prime pagine hanno riguardato l’elezione di Indira Gandhi, il primo e unico primo ministro donna dell’India.

In passato, gli scalatori hanno anche trovato resti umani di vittime di voli e motori di aerei.

READ  Deforestazione e siccità record in Amazzonia, dove inizia la stagione degli incendi

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24