Lo scoiattolo pensa velocemente ad ogni salto

Saltano di ramo in ramo molto velocemente. metri dal suolo senza cadere. Come fanno gli scoiattoli? I biologi americani hanno studiato il comportamento di salto degli scoiattoli neri sulla base di tre esperimenti e immagini al rallentatore. in un scienze loro scrivono Che la distanza e la flessibilità dei rami giochino negli scambi di frazioni di secondo che fanno gli scoiattoli.

scoiattolo nero (scoiattolo nero) vive nel Nord America orientale e ha una lunghezza del corpo compresa tra 25 e 40 cm, che è più grande e più pesante dello scoiattolo rosso eurasiatico. Ma si muove allo stesso modo in cui salta da un albero all’altro, indipendentemente dal fatto che stia fuggendo o meno dai rintocchi dei pini o dei falchi.

Per analizzare biomeccanicamente queste acrobazie, Nathaniel Hunt e colleghi hanno costruito una disposizione in cui gli scoiattoli dovevano saltare da una piccola piattaforma a una trave di legno. Attaccato alla piattaforma c’era uno pseudo-ramo: uno scivolo orizzontale che gli scoiattoli potevano scavalcare per saltare alla traversa. La flessibilità dei rami falsi variava.

Gli scoiattoli hanno anche inventato un nuovo trucco mentre sperimentavano

Così, hanno scoperto che gli scoiattoli saltano più velocemente quanto più ci sono le molle del ramo: sui rami finti più flessibili saltano mentre la distanza dal raggio è ancora superiore a tre lunghezze del corpo. Sul ramo falso meno flessibile, hanno saltato solo una distanza inferiore alla lunghezza di un corpo.

Poi sfida ancora di più gli scoiattoli aumentando la distanza dal raggio e la flessibilità del finto ramo. Quindi ogni scoiattolo ha fatto lo stesso salto cinque volte. In questo modo, volevano vedere se gli animali avevano migliorato i loro salti. E infatti: il numero di “errori di atterraggio” – oscillando troppo nella parte superiore o inferiore della trave – è diminuito. Nulla è andato davvero storto: non è caduto a terra nemmeno uno scoiattolo, nemmeno al primo salto.

READ  I dinosauri della neve hanno sofferto per l'oscurità e le temperature gelide dell'Artico

velocità corretta

In un terzo esperimento, i ricercatori hanno regolato l’altezza del raggio rispetto alla piattaforma di partenza e hanno anche modificato la distanza. Ora gli scoiattoli hanno escogitato un nuovo trucco: hanno anche usato la parete verticale di fondo per impostare il test, girando le gambe in modo da poter spingere contro quel muro a metà del salto. Maggiore è la distanza (fino a cinque lunghezze del corpo), più scoiattoli usano la parete di fondo. I biologi credono che gli animali usino la spinta extra per correggere la loro velocità, in modo che non si limitino a superare il limite.

In un messaggio aggiuntivo in un scienze I neuroscienziati Karen Adolf e Jesse Young mettono la ricerca di Hunt e colleghi in una prospettiva più ampia. Scrivono che imparare a saltare uno scoiattolo non è molto diverso dall’imparare a gattonare e camminare a un bambino – in entrambi i casi c’è una costante interazione con l’ambiente per apprezzare i movimenti corretti. Tuttavia, una caduta da un albero ha spesso un impatto maggiore di una caduta sul soffice tappeto del soggiorno.

Hanno concluso che l’apprendimento dei movimenti è un processo che dura tutta la vita. Per gli scoiattoli che continuano a scoprire nuovi alberi, ma anche, ad esempio, per i pipistrelli, che durante la gravidanza imparano a modificare i loro movimenti di volo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24