Lo Zimbabwe può sfamare di nuovo la sua popolazione dopo decenni

Quindi non è l’unico. Dopo una buona stagione delle piogge, lo Zimbabwe si aspetta un raccolto record. Il Ministero dell’agricoltura e della pesca prevede di raccogliere quasi 3,1 milioni di tonnellate di cereali in questa stagione, il massimo dalla stagione 1984/85. È sufficiente per sfamare lo Zimbabwe, motivo per cui hanno smesso anche di importare mais.

In un Paese dove nuovi dati della Banca Mondiale mostrano che 7,9 milioni di Zimbabwe vivono in estrema povertà e hanno bisogno di assistenza alimentare. 1,3 milioni di cittadini dello Zimbabwe hanno ottenuto questo status durante la pandemia di coronavirus. Un buon raccolto non significa che questi numeri diminuiranno immediatamente, perché c’è molta povertà anche nelle città. Ma porta comodità.

Una nuova generazione di agricoltori

Inoltre rende l’industria agricola più attraente. Mafusa, 29 anni, che è anche un allevatore di pollame, fa parte di una nuova generazione di giovani agricoltori dello Zimbabwe. Molti di loro sono ben istruiti e laureati, ma non riescono a trovare lavoro. Ad esempio, Mafusa ha studiato scienze politiche. Ha lasciato la capitale, Harare, per la campagna, poco prima dell’inizio della crisi di Corona.

La pandemia ha persino contribuito ad aumentare il numero di giovani, la maggior parte dei quali sono piccoli agricoltori, afferma Philip Siwera, direttore della Zimbabwe Youth Farmers Organization, che conta 6.000 membri. “Ci sono sempre più giovani che riescono nell’agricoltura, quindi si infettano a vicenda”.

Mafusa è d’accordo perché ormai è meglio vivere in campagna che in città, anche per le giovani generazioni. “I miei amici si lamentano di molte chiusure, ma nell’ultimo anno sono riuscito a far crescere la mia attività”.

READ  Centinaia di mandati di cattura sono di nuovo dovuti a legami con Gulen

sussidi

Ciò è in parte dovuto ai buoni prezzi del mais in Zimbabwe. L’economista dello Zimbabwe John Robertson dice, perché il grande raccolto non è solo il risultato di migliori condizioni meteorologiche, ma anche perché il governo sta sovvenzionando massicciamente semi e mais in questa stagione. “Il prezzo è così buono che i contadini hanno fatto più spazio per il mais”.

Sembra carino, ma non è sostenibile secondo lui. “C’è un’enorme mancanza di denaro, quindi non è chiaro dove il governo otterrà i soldi per quei sussidi”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24