“L’Ucraina avverte il suo spazio aereo del disastro dell’MH17”

L’Ucraina ha avvertito l’organizzazione aeronautica Eurocontrol della sicurezza nel suo spazio aereo pochi mesi prima del disastro dell’MH17. Rapporti RTL. Nonostante questo avvertimento, lo spazio aereo è rimasto aperto e il traffico aereo non è stato deviato.

Ciò è dimostrato da una relazione riservata datata maggio 2014 dalla riunione dell’Organizzazione europea dell’aviazione della Conferenza dell’aviazione civile (ECAC). Questo rapporto di intervista è stato presentato da un funzionario olandese del Ministero delle Infrastrutture e della Gestione delle Acque. Il rapporto è stato condiviso con il Coordinatore nazionale per la sicurezza e l’antiterrorismo (NCTV).

Alcune note ufficiali Ora, a più di sette anni dal disastro dell’MH17, reso pubblico A seguito di un ricorso di RTL Nieuws in merito al Government Information (Public Access) Act (WOB). L’Ucraina ha dichiarato che l’integrità territoriale del paese è stata “attaccata molte volte e in molti modi” dai russi.

Costi aggiuntivi durante il volo

“Pertanto, le autorità ucraine non possono garantire la sicurezza aerea in questo momento”, ha scritto il funzionario olandese nella parte declassificata del suo rapporto.

Anche Frank Brenner, direttore dell’organizzazione europea per il controllo del traffico aereo Eurocontrol, ha espresso preoccupazione durante l’incontro sulla sicurezza e sul “vuoto politico che si sta attualmente sviluppando”. Brenner ha anche affermato che l’Ucraina e Eurocontrol stanno compiendo sforzi per liberare lo spazio aereo “il più possibile per il traffico aereo a lunga distanza sull’Asia”.

La chiusura non è stata considerata. L’Ucraina perderebbe quindi entrate, poiché le compagnie aeree pagano per volare attraverso lo spazio aereo del paese. Anche le compagnie aeree europee hanno costi aggiuntivi. Se devono fare marcia indietro durante i loro viaggi in Asia, questo significa un consumo di carburante aggiuntivo.

READ  Azerbaigian: mappa dello scambio di prigionieri armeni con mine antiuomo

Voce fissa all’ordine del giorno

Molte compagnie aeree hanno continuato a utilizzare lo spazio aereo. Compagnie come Delta e British Airways hanno evitato la zona di guerra in Ucraina, ma Malaysia Airlines, KLM e Lufthansa no.

Il ministero della Giustizia e della sicurezza ha scritto che “il punto all’ordine del giorno discusso riguarda solo la FIR sulla Crimea e non lo spazio aereo ucraino nel suo insieme”. Il volo MH17 è stato abbattuto sull’Ucraina orientale il 17 luglio 2014, non sulla Crimea.

Secondo il dipartimento, la condivisione del rapporto con il coordinatore per la sicurezza nazionale e l’antiterrorismo (NCTV) ha a che fare con la “sicurezza aerea”, che, secondo un portavoce dell’NCTV, è un “punto permanente dell’agenda” delle riunioni dell’ECAC. .

altro ministero

Nessuna azione è stata intrapresa sugli avvertimenti dall’Ucraina su NCTV, ha detto il portavoce alla radio RTL. Parti del rapporto che sono state rivelate in seguito alla richiesta di RTL Nieuws WOB riguardavano il controllo del traffico aereo. Questo ricade sotto il Ministero delle Infrastrutture e della Gestione delle Acque (IenW).

Non si sa cosa sia successo al verbale dell’intervista al Ministero delle Infrastrutture e della Gestione delle Acque.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24