L’Ucraina conferma il suo ritiro dalla città orientale di Solidar | La guerra in Ucraina

L’Ucraina conferma che le sue forze hanno lasciato Solidar dopo una feroce battaglia. L’esercito russo ha affermato di aver catturato la città a nord di Bakhmut all’inizio di questo mese.

Gli ucraini si sono ritirati da Solidar dopo mesi di feroci combattimenti con molti morti e feriti. Secondo un portavoce dell’esercito, verso luoghi “preparati in anticipo”. Non viene reso noto quando esattamente è stato effettuato il prelievo.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato in precedenza che l’area tra Solidar e Pakhmut è stata “una delle più sanguinose del fronte”. Le immagini satellitari mostrano che Solidar è stato completamente distrutto.

Le forze russe cercano da mesi di controllare Bakhmut. Il gruppo Wagner dell’esercito mercenario russo è stato schierato principalmente a questo scopo. La cattura di Solidar serve a sostenere questo assedio.

Bakhmut si trova nella regione orientale di Donetsk, dove nel 2014 è scoppiata la guerra tra l’esercito ucraino e i ribelli guidati da Mosca. E il leader di questi separatisti, Denis Pushlin, ha dichiarato mercoledì che Wagner in particolare sta ora aumentando a Bakhmut.

Gli analisti internazionali mettono in dubbio l’importanza strategica di Bakhmut. Ma la città potrebbe servire da trampolino di lancio per i russi quando lanceranno un’offensiva per conquistare il resto del bacino di Donetsk in primavera. Inoltre, la battaglia di Bakhmut è particolarmente importante per Mosca, perché da tempo i russi non riescono a vincere vittorie in Ucraina.

READ  Il palo dell'elettricità ha causato un enorme incendio in California? | all'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24