L’ultimo volo dello space shuttle è avvenuto 10 anni fa – IT Pro – Geeks

Dieci anni fa, un’era è finita quando una navetta spaziale è decollata per l’ultima volta dalla costa della Florida. Quattro astronauti a bordo di Atlantis hanno viaggiato verso la Stazione Spaziale Internazionale per una missione di 13 giorni. Da allora, le turbolente navette spaziali sono state nei musei.

Il famoso veicolo spaziale si è concluso l’8 luglio 2011 con il suo volo 135. STS-135 è avvenuto con lo Shuttle Atlantis, l’ultima versione dello Space Shuttle, cinque dei quali alla fine hanno operato. Il primo volo, STS-1, ha avuto luogo con la Columbia il 12 aprile 1981. In totale, Columbia, Atlantis, Challenger, Endeavour e Discovery hanno effettuato 135 voli nello spazio.

La navetta spaziale è stata uno strumento importante nella costruzione della Stazione Spaziale Internazionale. Molte delle unità più grandi sono salite a bordo della navetta e la navetta spaziale portava regolarmente nuovi astronauti alla stazione. La navetta servirà anche al lancio dei satelliti orbitante Riparazione, che praticamente è avvenuta solo con il telescopio Hubble. Fu restaurato durante diverse spedizioni.

Lo Space Shuttle era un veicolo spaziale di una complessità senza precedenti, ma era afflitto da problemi in parte a causa di tale complessità. Inizialmente, l’astronave poteva tornare nello spazio come una vera e propria navetta subito dopo il lancio, ma il design è diventato molto complicato a causa di tutte le condizioni che hanno portato girarsi Ci sono volute settimane. Il problema principale erano le piastrelle di ceramica allentate che erano “incollate” sul fondo e fungevano da scudo termico. Durante il primo volo di prova nello spazio, sull’STS-1, sembrava causare potenziali problemi quando si sospettava che alcune tessere si fossero separate.

READ  L'infermiera di terapia intensiva Juliet ruba cuori con paziente stupore: "Sto cercando di facilitare l'ingresso" | Instagram

Altri problemi erano più gravi e portarono anche a due incidenti. Nel 1986, un problema con i razzi a propellente solido fece esplodere lo Shuttle Challenger dopo il lancio, uccidendo tutti e sette i membri dell’equipaggio. Nel 2003, un pezzo di materiale isolante si è separato dal suo serbatoio di carburante esterno durante il lancio, causando la disintegrazione dello Space Shuttle Columbia durante l’atterraggio. Questo ha anche ucciso tutti i passeggeri.

Dopo l’incidente con la Colombia, il presidente degli Stati Uniti George W. Bush ha deciso di accelerare la chiusura del programma. Di conseguenza, per anni gli astronauti hanno potuto raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale solo su razzi russi. Nel frattempo, l’America si concentrerà maggiormente sui missili convenzionali nel suo volo spaziale, in particolare sullo Space Launch System, che da allora è stato molto ritardato. Nel frattempo, il programma spaziale commerciale di SpaceX, Boeing e altre società, tra le altre, ha più successo e capsule come Dragon e Cygnus hanno preso molte missioni dallo space shuttle.

Nonostante le sue missioni tormentate, lo space shuttle rimane un’icona della tecnologia americana e in particolare dei viaggi spaziali. Le restanti tre navette Endeavour, Atlantis e Discovery si trovano presso il California Science Center, il Kennedy Space Center e lo Smithsonian Air and Space Museum di Washington.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24