Lunghe code per il cibo e zone residenziali devastate: nuove immagini satellitari mostrano Mariupol pesantemente assediata | All’estero

Le fotografie mostrano gli ingenti danni agli edifici residenziali, alle case e alle infrastrutture. È stato causato dall’artiglieria russa e dagli attacchi aerei. Ma stanno diventando evidenti anche i problemi che gli ucraini devono affrontare per quanto riguarda la carenza di cibo e acqua. Ci sono file molto lunghe davanti a un supermercato a Mariupol.

Il testo continua sotto le immagini

Lunghe code per un supermercato a Mariupol

Lunghe code per un supermercato a Mariupol

Danni in zona residenziale: prima e dopo

I danni alle aree residenziali di Mariupol sono visibili nelle immagini satellitari sottostanti prima e dopo lo scoppio della guerra.

Mariupol prima dell'inizio della guerra

Mariupol prima dell’inizio della guerra

Mariupol adesso

Mariupol adesso

Gli edifici residenziali e altre case residenziali a Mariupol sono stati pesantemente colpiti dall’esercito russo. Puoi vedere come gli appartamenti sono completamente crollati e alcune case hanno preso fuoco.

distrusse gravemente Mariupol dall'alto

distrusse gravemente Mariupol dall’alto

Mariupol più colpito

Almeno 5.000 persone sono state uccise a Mariupol nelle ultime settimane, secondo funzionari del governo ucraino. Potrebbero essere fino a 10.000, ma almeno 5.000 persone sono sepolte. “I funerali sono stati sospesi 10 giorni fa a causa del continuo bombardamento”, ha detto all’AFP la consigliera presidenziale Tetiana Lomakina.

Mariupol è una delle città più colpite dalla guerra iniziata più di un mese fa. Le forze russe hanno assediato la città portuale meridionale per settimane e non hanno acqua, elettricità o riscaldamento. C’è anche una carenza di cibo e medicine. Nelle ultime settimane, migliaia di residenti hanno viaggiato attraverso corridoi umanitari verso parti più sicure dell’Ucraina. Prima della guerra, la città aveva una popolazione di oltre 430.000 abitanti.

READ  Frank Mesmeyer deve recuperare il ritardo con la "Libertà di Volendam" nella cellula stellare belga

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24