Mario Draghi è il prossimo presidente dell’Italia?

Gli italiani a volte paragonano l’elezione di un nuovo presidente a un’elezione o a una conferenza papale. Il capo dello Stato italiano viene eletto a scrutinio segreto, che può richiedere giorni e diverse tornate.

Tornerà a fine mese. Per l’attuale presidente del Consiglio Mario Draghi (74) le carte sembrano essere le migliori in questo momento. Nessun altro candidato ha la stessa esperienza, reputazione e status sia a livello nazionale che internazionale. Il 22 dicembre ha fatto scivolare che la stabilità politica italiana non sarebbe stata colpita se non fosse più presidente del Consiglio: anche a lui piacerebbe. Sebbene spesso formale, la presidenza garantirà un’influenza duratura, piuttosto che prolungare il mandato di primo ministro, poiché si avvicinano elezioni imprevedibili.

Se ti chiami Silvio Berlusconi (85), non sei l’unico ex presidente della Banca centrale europea (BCE) per una posizione che non hai ufficialmente contestato. La coalizione di centrodestra sostiene questo controverso ex primo ministro, pur comprendendo che il ‘presidente Berlusconi’ non farebbe bene all’immagine dell’Italia all’estero.

Non direttamente

Il presidente italiano non è eletto direttamente dal popolo, ma dai parlamentari e dai rappresentanti della Repubblica Italiana regioni O regioni. Il primo scrutinio sarà annunciato all’inizio di gennaio. Un mese dopo, sette anni dopo, scade il decreto del presidente Sergio Materella.

Drake sarà primo ministro per circa un anno dopo. Poco prima di Natale, quando ha avviato un cruciale dibattito europeo con il presidente francese Emmanuel Macron per il 2022, ha mostrato che il suo ruolo era al di là della politica nazionale: Roma e Parigi erano favorevoli a regole finanziarie più flessibili e a una più lenta riduzione del debito. Secondo entrambi, mantenere gli investimenti per la crescita dal budget sarebbe un’opzione.

READ  La polizia italiana interviene dopo le proteste contro il 'Corona Pass' a Trieste

Negli ultimi mesi Drake ha definito il quadro di come l’Italia spenderà gli aiuti europei post Corona. Entro il 2026 l’Italia potrà contare su un totale di 5 205 miliardi di sussidi e prestiti. Guidati da Draghi, i mercati internazionali e l’UE ritengono che i soldi saranno ben spesi.

Ma cosa significa per la fiducia degli investitori e per il governo italiano la sua partenza per il Palazzo Presidenziale? Si teme che se la leadership di Draghi non si stabilizza, i partiti al governo cadranno ancora una volta preda della concorrenza. Sarebbe molto dannoso per il processo di riforma.

In un mondo ideale, per tutto il periodo del riscatto nazionale, Tragi farà da apripista per i prossimi cinque anni, ha affermato Phil Emmod, esperto italiano ed ex caporedattore. Economista, Per telefono. Ma con le nuove elezioni previste per il 2023, questa non è affatto un’opzione. Entro la metà del 2022, inizierà inevitabilmente la febbre elettorale, dopodiché Drake avrà meno probabilità di servire come primo ministro.

Padre della Nazione

Bill Emmott dice che la sua leadership sarà ancora utile, ma non cambierà. “Ecco perché Tragi ora può diventare presidente e servire meglio il suo Paese”. In tale veste potrebbe essere il padre della nazione per sette anni e gli sarebbe stata data la piattaforma per formulare raccomandazioni su chi avrebbe governato il paese dopo di lui. Fino alle elezioni del 2023, dopo l’addio di Draghi, l’Italia continuerà a governare. Fotocopia del governo, Il governo che somiglia molto a quello di Draghi, è guidato da una persona che la pensa come Daniele Franco, che è tuttora ministro dell’Economia.

Il presidente italiano non è eletto direttamente dal popolo

Mentre la presidenza è in gran parte formale, il ruolo del presidente del Consiglio, analista politico e rettore universitario Franco Bavonzello è auspicabile ancora per qualche mese. Secondo lui, Drake ricoprirà attivamente quel ruolo. Il presidente nomina il primo ministro e può (o no) sciogliere il parlamento in modo che si possano tenere le elezioni.

READ  Don Hox è stato trasferito in Italia

In un paese politicamente turbolento come l’Italia, questa cifra continua a portare pace e stabilità tanto necessarie. Pavancello: “Drake non guiderà più la capitaneria, ma sarà il vento a regolare la rotta della nave”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24