Mattia Binotto continua a smentire l’errore: “I nostri strateghi hanno fatto grandi cose”

Ferrari e Strategie. Queste due cose non sembrano andare di pari passo ed è anche un punto difficile per la squadra italiana in questa stagione. Almeno, è così che spesso la vede il mondo esterno. Secondo la stessa Mattia Binotto, non c’è niente di sbagliato nelle procedure e tutto sta filando liscio.

L’ultima gara del fine settimana prima della pausa estiva in Ungheria è diventata la successiva nella chiara pila di errori tattici della Ferrari. Secondo esperti e piloti, l’Hungaroring dovrebbe offrire conforto alla scuderia italiana in difficoltà, poiché il circuito si adatta perfettamente al pacchetto F1-75. Tuttavia, la scelta delle gomme giuste è andata storta e Leclerc è stato eliminato con le gomme dure in modo quasi incomprensibile.

Congratulazioni agli strateghi!

Sembrava il prossimo di una serie di errori tattici della Scuderia. Tuttavia, Binotto la pensa in modo molto diverso. “Penso di avere una grande squadra strategica. Non lo vedo come un punto debole. Nelle nostre gare di Monaco, Silverstone e Paul Rijkaard siamo stati criticati, ma non lo vedo come un problema. Penso che abbiamo avuto la decisioni giuste. Non sono convinto che quello che abbiamo fatto sia stato sbagliato. Penso che sia stata la scelta giusta in quel momento. A volte si rivelano infelici, ma non hanno torto. ” Motorsport.com.

Decisioni coraggiose

Il boss della squadra italiana sottolinea che tutto è andato bene dalla sua scuderia. “Anche i nostri strateghi hanno fatto grandi cose. Meglio degli avversari. In Austria, ad esempio, avevamo la strategia giusta. Questo è diverso dai nostri concorrenti. Probabilmente avevamo la strategia migliore in Francia prima dell’errore di Charles. Al Paul Ricard, noi ha avuto il coraggio di portare in gara due set di The media. Per fare una scelta del genere, non devi solo essere bravo, ma anche coraggioso”, elogia la sua squadra. “Nel complesso abbiamo una buona rosa. Non lo vedo come un punto debole. Penso che siano state decisioni difficili a Monaco, Silverstone e Paul Rijkaard. Potrebbero non essere stati così fortunati, ma non sempre hanno torto. Quindi no, Non credo sia la nostra debolezza”.

READ  I timori di inflazione stanno travolgendo i mercati azionari europei

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24