Musulmani preoccupati per le nuove regole dell’Hajj alla Mecca: “Nessuno se l’aspettava”

L’Hajj, il pellegrinaggio annuale alla Mecca, è obbligatorio per tutti i musulmani adulti sani che possono permetterselo. È uno dei cinque pilastri dell’Islam (doveri religiosi). Gli altri quattro sono preghiera, digiuno, carità, fede in Dio e Dio è Maometto come profeta.

I musulmani dei Paesi Bassi di solito prenotano Hajj tramite agenzie di viaggio specializzate. Sfortunatamente sono stati informati la scorsa settimana che le autorità saudite stavano passando a una nuova piattaforma all’ultimo minuto. L’organizzazione chiamata Mutawaf è ora l’unica piattaforma attraverso la quale i pellegrini provenienti da Europa, America e Australia possono prenotare un volo.

I musulmani possono Iscriviti fino alle 19:00 Tramite il sito web del governo saudita. Ma non sono sicuri di dove. La lotteria alla fine determinerà chi potrà recarsi alla Mecca dal 7 al 12 luglio di quest’anno.

‘delusione’

Per i musulmani che vogliono eseguire l’Hajj, le nuove regole sono una grande delusione. Abdelilah, 43 anni, ritiene che sia una “grande delusione”. “Ho già trovato un posto e ho fatto un deposito presso un’agenzia di viaggi”, dice. “Sono stato molto impegnato con i preparativi e ho organizzato giorni di ferie dal lavoro. È una notizia molto pesante. Nessuno se lo aspettava o se lo aspettava. Non lo capisco affatto”.

Voleva fare un pellegrinaggio alla Mecca per tre anni. Il volo era in ritardo di due anni con il coronavirus, ma quest’anno doveva davvero succedere. Sarà la sua prima volta. “In realtà ho risparmiato per questo. Non appena è stato di nuovo possibile, ho voluto andare in quella direzione”.

Ma sfortunatamente, il suo posto è andato. Tuttavia, Abdulelah non ha perso la speranza. Ha segnato di nuovo tramite la nuova piattaforma, otterrà un posto? “Non credo. Molte persone da tutto il mondo vogliono andare. Sono stato contento di aver trovato un posto attraverso l’agenzia di viaggi”.

READ  Il telecomando mette a tacere le nonne rumorose in Cina | All'estero

Sulla nuova piattaforma C’è ancora molta incertezza. Ad esempio, non si sa quanti musulmani in ogni Paese ottengano un “visto di pellegrinaggio”, che è, tra l’altro, una condizione per camminare in pellegrinaggio. Inoltre, gli agenti di viaggio non sanno se riprenderanno i depositi dal governo saudita.

“Le conseguenze finanziarie sono molto significative”, afferma il proprietario di un’agenzia di viaggi specializzata nell’organizzazione di Umrah. Preferisce l’anonimato per paura di attenzioni negative. “Stiamo attraversando un momento davvero difficile in questo momento e non voglio correre il rischio”.

telefono rovente

Dice che il suo telefono è stato molto caldo dalle notizie della scorsa settimana. Tutti i clienti che hanno prenotato il volo – una settantina nelle sue condizioni – vogliono sapere se riavranno i soldi indietro. Il viaggio non è un affare: per compiere il pellegrinaggio si perdono in media tra i 4.500 ei 7.500 euro a corona – a seconda del lusso scelto.

I prezzi per quest’anno non sono ancora chiari, “ma data l’inflazione, avrebbe potuto essere molto più alto”. Il proprietario dice che lavora per restituire a tutti. “Vedremo fino a che punto arriveremo. Altrimenti dovrò prendere in prestito.”

Continua: “Siamo rimasti inerti per tre anni”. “Non siamo stati in grado di fare nulla per due anni durante la crisi del Corona. Quindi speravamo che questo sarebbe stato l’anno in cui avremmo potuto sistemare tutto, ma no. Due o tre settimane prima della tua partenza, ti verrà detto non avrà luogo”.

Non è l’unica agenzia di viaggi nei Paesi Bassi che soffre di tela e cenere a causa delle nuove regole. L’agenzia di viaggi Mekka & Medina Reizen è rimasta “completamente sorpresa” dalla notizia. “Questo non va bene per le agenzie di viaggio e i clienti”, ha affermato il direttore Abdullah. Dalla notizia, è stato oscurato dalle telefonate dei clienti. Si chiedono se possono andare – e in tal caso – come faranno il viaggio. “Ora devono fare tutto da soli, senza direzione”, dice. “Se passano attraverso di noi, avranno un indizio dall’inizio alla fine.”

READ  Seconda morte segnalata a Tonga per eruzione vulcanica sottomarina | all'estero

“Fine esercizio”

Abdullah dice che non puoi prendere la decisione di passare a una nuova piattaforma “a capofitto”. Il proprietario dell’altra agenzia di viaggi è d’accordo. Vuole vedere se le agenzie di viaggio nei Paesi Bassi che offrono Hajj possono unirsi. Perché dice: “Se non ce la faccio più, il risultato è la pratica”.

La buona notizia è che l’ultima speranza non è del tutto svanita. Si scopre che al ministro saudita responsabile dell’Umrah è stato chiesto di rinviare il nuovo sistema al prossimo anno Da un discorso tenuto dalla BBC. Ma non è ancora noto se anche questo sarà seguito.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24