Nipote Elvis: Piangere senza sosta durante la biografia | stelle

“È stata un’esperienza molto emozionante. È molto difficile da guardare quando si tratta della tua famiglia”, dice Keogh, 32 anni, a cui è stato permesso di guardare in anticipo una biografia di suo nonno. Ho iniziato a piangere in cinque minuti e non l’ho fatto “Smettila. Sono iniziati molti traumi familiari e generazioni nel periodo che possono essere visti anche nel film”.

La giovane regista e attrice dice che Luhrmann ha parlato a lungo con lei, sua madre e sua nonna Priscilla Presley prima dell’inizio del suo film. La famiglia ha anche dato al manager l’accesso a Graceland, la proprietà di Memphis dove vive Elvis. Inoltre, non hanno partecipato al film, come sa Keogh. “Alla fine, non diremo a Baz Luhrmann come fare un film”.

In Elvis, Luhrmann dice (Il grande GatsbyLa storia della superstar internazionale Elvis Presley vista attraverso gli occhi del colonnello Tom Parker, un olandese nato come Dries Van Koek. Ha scoperto il controverso residente di Breda ed è stato il suo manager per molti anni. Il film copre quasi vent’anni dopo la sua apparizione a metà degli anni ’50. Due stelle: Austin Butler (Elvis) e Tom Hanks (Parker). Il film sarà proiettato in tutto il mondo giovedì 23 giugno.

READ  Non abbiamo ancora perso tutte le speranze

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24