Non ci sono sport invernali in Austria per i non vaccinati

In Austria, il numero di infezioni da corona sta aumentando rapidamente. Ecco perché questa sera il governo austriaco ha annunciato nuove misure.

freddo e vuoto

Gli austriaci vogliono che la stagione degli sport invernali 2020/2021 venga dimenticata il prima possibile. Faceva freddo e vuoto sulle piste, nei caffè e nei ristoranti. L’economia tirolese, tra l’altro, è stata duramente colpita e il tasso di disoccupazione è aumentato. E la stagione 2019/2020 si è conclusa drammaticamente, ovviamente, quando Isghl e altre stazioni sciistiche si sono rivelate enormi focolai di infezione.

Questo dovrebbe essere molto diverso questa volta. “L’obiettivo più alto dovrebbe essere quello di continuare la prossima stagione degli sport invernali”, ha affermato il ministro del turismo austriaco Elisabeth Kostinger, dopo le consultazioni di emergenza presso la famosa località sciistica di Leogang.

Il tasso di vaccinazione è basso

Ma nonostante quelle vaccinazioni, giorno dopo giorno vengono segnalate più infezioni da corona. Questo anche perché solo il 64 percento degli austriaci è stato vaccinato (Paesi Bassi: 84%). Pertanto, in Austria vengono adottate misure più rigorose. Fanno da guida nella capitale, Vienna. Giovedì sono già state annunciate misure che colpiscono principalmente le persone non vaccinate.

A Vienna, le persone non vaccinate non possono più recarsi in hotel, caffè, ristoranti ed eventi con più di 25 persone. Nemmeno con il test corona. Possono entrare solo le persone che sono state vaccinate o guarite.

Il giorno dopo, sembra che il resto dell’Austria seguirà l’esempio di Vienna. Sarebbe una sorta di chiusura ricreativa per i non vaccinati in tutto il paese. Le persone non vaccinate possono ancora venire al lavoro, ma solo con un certificato di prova. Le misure entreranno in vigore lunedì.

READ  Primo ministro ungherese chiede referendum sulla controversa legge anti-gay, bisessuale, transgender e intersessuale inter

brutti voti

Le nuove misure arrivano in risposta al numero di pazienti Corona in terapia intensiva negli ospedali. Secondo gli ultimi dati, 356 austriaci sono in terapia intensiva e si prevede che il numero aumenterà rapidamente.

Se supera i 400, entrerà in vigore la terza fase del piano Corona in Austria. Ma il governo salta questa fase e passa direttamente al quarto livello del piano, perché è già inevitabile che serviranno più di 500 posti letto IC.

Non su diapositive lunghe

Questo significa anche per gli appassionati di sport invernali non vaccinati: in questa stagione è vietato sciare o fare snowboard. Perché se non puoi dimostrare di essere stato vaccinato o guarito, secondo il governo austriaco, non hai lavoro nelle stazioni sciistiche. Gli hotel e gli impianti di risalita sono ancora chiusi e ovviamente non si tratta di après-ski. Perché nessun test negativo dà accesso a rifugi, bar e ristoranti après-ski.

Le nuove misure, ovviamente, sono principalmente rivolte alla tutela della salute. Ma dovrebbero anche aiutare a prevenire un altro arresto. Perché questo significa che la prossima stagione degli sport invernali cadrà ancora nell’acqua.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24